Home / Arte Eros / 1912, l’art fotografica di Bellocq ritrae le ragazze dei bordelli di New Orleans. Il video
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

1912, l’art fotografica di Bellocq ritrae le ragazze dei bordelli di New Orleans. Il video

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, ALL’INIZIO DELLA PAGINA, POCO SOPRA IL TITOLO DI QUESTO ARTICOLO. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO, OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995

a bordello

John Ernest Joseph Bellocq (1873-1949) era un fotografo professionista americano che ha lavorato a New Orleans nel corso del 20esimo secolo. Bellocq è ricordato per le sue fotografie ossessive delle prostitute di Storyville, quartiere a luci rosse di New Orleans, citato in molti romanzi che hanno ispirato poesie e film.

Clicca qui per proseguire il viaggio nell’erotismo d’autore. Le letture consigliate da Stile arte

Da palazzi di lusso alle baracche in decomposizione, una serie di fotografie in bianco e nero, intime, furono scattate da Bellocq nel 1912, cinque anni prima della chiusura della “città proibita delle donne”. I visitatori – principalmente militari della marina americana – potevano acquistare un libro blu che, in ordine alfabetico, recava i nomi, gli indirizzi di più di 700 prostitute e forniva descrizioni della casa, dei prezzi, dei servizi particolari.

 

a bordello 2

Dopo 20 anni di attività, 1897-1917, i vertici militari chiesero che Storyville fosse chiuso per la ‘cattiva influenza’ esercitata su soldati e marinai. Il governo della città di New Orleans fu fortemente contrario, per ragioni di indotto economico, alla chiusura del distretto legale, che comunque avvenne.Ma le case di prostituzione, per quanto clandestine e distribuite in più aree della città, continuarono a operare. Più di cinquanta anni trascorsero prima che le immagini venissero scoperte, alla fine degli anni Sessanta, da un giovane fotografo di nome Lee Friedlander che avevano acquistato il materiale antiquario e sviluppato le lastre di vetro del defunto Bellocq. Le immagini di Storyville furono esposte al Museum of Modern Art di New York nel 1970.

 

Clicca qui per proseguire il viaggio nell’erotismo d’autore. Le letture consigliate da Stile arte


PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, ALL’INIZIO DELLA PAGINA, POCO SOPRA IL TITOLO DI QUESTO ARTICOLO. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO, OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995

Clicca qui per proseguire il viaggio nell’erotismo d’autore. Le letture consigliate da Stile arte

x

Ti potrebbe interessare

Fortunato Depero, La casa del mago, olio su tela, cm 150 x 260. © Eredi Depero

Depero, il mago che precedette Warhol. Capiscilo subito, poi approfondisci

zinn

Le spettacolari anamorfosi di David Zinn. Qui il video