Home / 2017 / aprile / 06

Archivi giornalieri: 6 aprile 2017

Statue-manichino con pose erotiche e a grandezza naturale abitano la tua casa. La moda americana

Quello che risulta interessante è la nuova moda - anche carina. per carità, ma sulla quale dovremo farci l'occhio - in base alla quale è trendy piazzare una bella donna, come fosse vera, nel salotto o nella camera da letto. Il colpo d'occhio è davvero impressionante. Il costo? Non elevato, come possiamo vedere, qui sotto, dalla scheda di Amazon che "distribuisce" anche questi manichini.

Leggi Articolo »

Gli amplessi mitologici nella terra colpita dal disastro. I disegni della francese Stéphanie Leduc. Il video

In un lontano futuro, la luna scompare, lasciando la terra senza protezione contro la luciferina, una radiazione che provoca mutazioni sia tra i maschi - che regrediscono a uno stato di mostri senza coscienza - che tra le femmine, che divengono donne-pianta, le driadi. E' l'unione carnale a porre le basi per il ritorno. La congiunzione folle e meravigliosa tra due corpi. L'opera a bande disegnate è stata realizzata con intensità e poesia da Stéphanie Leduc

Leggi Articolo »

Sarà ambientato in Italia il prossimo libro di Asterix

Sarà ambientato in Italia, Paese in cui l'anima romana è più intensa, ma nel quale esistevano popolazioni anti-regime - il trentasettesimo album delle avventure di Asterix e Obeli. I personaggi ideati da Albert Uderzo e René Goscinny, continuano a vivere grazie a Jean-Yves Ferri e a Didier Conrad. Diffusione prevista: 5 milioni di copie, con un'opera "dotata di ritmo maggiore, con più azione e rivolta a un pubblico più giovane." Titolo del libro: Asterix e Transitalique

Leggi Articolo »

L’abbaiare del cane e le bestie in allerta davano un senso preciso alle scene dipinte

L’atteggiamento di allerta si configura come uno dei massimi esempi della funzione iconografica svolta, nei dipinti, dagli animali da compagnia, che si rivelano, nella maggior parte dei casi, non tanto come elemento scenografico, quanto come autentici motori di senso finalizzati al condizionamento della scena stessa. Cani e gatti, dunque, come indicatori di tracce sonore, atti a coinvolgere non solo la vista ma anche l’udito dello spettatore.

Leggi Articolo »