Archivi giornalieri: 5 settembre 2017

Sylvette, la modella di Picasso, racconta: “Così mi ha cambiato la vita”. Il video

"Sono tornata in Francia con il mio fidanzato e, nel 1954, ho conosciuto Picasso a Vallauris. E 'stata un'esperienza meravigliosa che ha cambiato la mia vita. In tre mesi, Picasso dipinse circa 40 dipinti di 'Sylvette'. Dopo essermi trasferita a Parigi, ho avuto la mia primo figlia, Isabel, nel 1963. Mio padre mi ha incoraggiava a dipingere, e sebbene spintoaa creare, ho iniziato a dipingere sul serio a 45 anni quando vivevo a Dartington Hall con tre figli."

Leggi Articolo »

Marion Soyer, i meccanismi della nuda passione vibrano nel filo. Video

Passion simple (2013) esplora i meccanismi della passione, il punto più intenso di attrito del rapporto con l'altro e con se stessi. Attraverso la messa in scena del testo di Annie Ernaux gli acrobati attraversano tormenti e estasi in un dialogo tra parole e gesti, tra intimo e universale. I corpi sono alternativamente sublimati e strappati da un'assenza invasiva. L'interpretazione è di Marion Soyer, coreografa, danzatrice d'arte classica e acrobata francese

Leggi Articolo »

Frida Kahlo vista dall’amante fotografo Nickolas Muray. La storia. Le foto

Nel maggio 1931, Nickolas Muray, (Seghedino, 15 febbraio 1892 – New York, 2 novembre 1965), fotografo di origine ungherese, viaggiò in Messico dove incontrò l'artista Frida Kahlo, (Coyoacán, 6 luglio 1907 – Coyoacán, 13 luglio 1954) una donna che non avrebbe mai dimenticato. Figlio di un postino, Nickolas era emigrato negli Stati Uniti, facendo l'incisore e successivamente il fotografo. Scelse di immortalare le dive ed ebbe fortuna. L'incontro con Frida, che divenne passione amorosa ed amicizia, fu favorito da tanti elementi in comune. Il papà delle pittrice, infatti era un fotografo ungherese come Muray. Tra le più belle e intense fotografie di Frida figurano, appunto quelle scattate da Nickolas, che pose in luce i tratti caratteriali della donna, le sue passioni. E che utilizzò il colore come elemento in grado di fare luce su una donna che viveva in un mondo di divine policromie

Leggi Articolo »

Ma che gelida manina, inferno e delizie erotiche nelle soffitte della bohème

Ma l'artista Octave Tassaert- che era anche poeta - era travagliato da una profonda malinconia, da un grande dolore di vivere che lo portò, come rifiuto del mondo dell'arte, pieno di intrighi ed incapace, a suo giudizio, di riconoscere i veri talenti, a vendere in blocco tutte le sue opere e a smettere di dipingere. Questo significò un progressivo sprofondamento nei gironi della miseria e della dimenticanza. Tassaert iniziò a bere. E' morì, probabilmente suicida, nel 1874, ucciso dall'ossido di carbonio di una stufa.

Leggi Articolo »

Tinteggiare i muri di casa con semplici effetti speciali. Ecco come. Video

Un normale rullo, buona tempera e qualche piccolo segreto per rendere decorative le pareti, a chi non piacciono i muri di colori neutri e intendono scaldare cromaticamente la casa, alleggerendo quelli che, in monocromo, potrebbero apparire colori troppo scuri, come il rosso e il blu. Si tratta così di agire eliminando la compattezza della superficie attraverso il gesto del togliere - e vedremo come - o imitando le tessiture naturali-

Leggi Articolo »

Il fotografo inglese che fa paesaggi con la verdura. Il video

Nato a Liverpool, in Inghilterra, nel 1963, si trasferisce nel Kent all'età di sette anni. Figlio unico, senza tanti amici, ha trascorso ore nel suo salotto, accendendo un'acuta immaginazione, poi corroborata dalle immagini delle opere di Salvador Dalì, Patrick Woodroofe e dalle copertine dei dischi di artisti come Roger Dean e Hipgnosis. Carl ha iniziato la sua carriera andando a scuola d'arte al fine di diventare un illustratore, mettendo a frutto un'inequivocabile attitudine al disegno. In quell'istituto formativo focalizzò il proprio amore per la fotografia, come mezzo più veloce e più emozionante per esprimersi

Leggi Articolo »