Home / tecniche d'arte / Cera su lavagna, le splendide incisioni di Benedetto Pistrucci. La tecnica
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Cera su lavagna, le splendide incisioni di Benedetto Pistrucci. La tecnica

a tondi

Tecnica raffinata e di ottima resa, con materiali estremamente poveri, per quanto molto rara, è quella utilizzata dall’artista romano Benedetto Pistrucci per realizzare, nella prima metà dell’Ottocento questa coppia di tondi (13,5 centrimentri di diametro) in rilievo, di soggetto erotico. Una piastra raffigura un satiro e una baccante, mentre l’altro, Apollo con una ninfa.
La tecnica prevedeva l’acquisizione della nera pietra di lavagna, il taglio, il passaggio alla mola. Ottenuti i dischi si procedeva alla preparazione della cera che veniva liquefatta in un pentolino e alla quale veniva aggiunta, in finale, il pigmento colorato e una colla, che consentisse al materiale, che veniva poi steso sulla lavagna, di disporre di essere più compatto, simile a quello dei cammei. Una volta indurito,il piccolo blocco veniva inciso con utensili fini, poi smussato e lucidato con uno straccio. Sulla lavagna sono rimasti gli aloni biancastri della cera asportata nel corso del minuzioso lavoro.

La scheda di Sotheby’s
Tondi firmati Benedetto Pistrucci, Roma,
Prima metà del Secolo XIX
Stima 7.000 – 10.000 EURO
SOLD LOT. 8.400 euro

x

Ti potrebbe interessare

velata 2

Sai come e perchè i grandi pittori hanno ingannato lo spettatore?

La craquelure della Gioconda di Leonardo da Vinci

Cosa sono cretto e craquelure nei quadri. Come prevenirli, come li realizzano nei falsi