Home / Arte Eros / Il desiderio di sporcare di pittura un’eterea violinista nuda. L’opera di Alainjuno. Il video
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Il desiderio di sporcare di pittura un’eterea violinista nuda. L’opera di Alainjuno. Il video

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, ALL’INIZIO DELLA PAGINA, POCO SOPRA IL TITOLO DI QUESTO ARTICOLO. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO, OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995
a nuda pub

Più di 40 anni di attività in campo artistico, l’esplorazione di numerose tecniche, invenzione di spettacoli d’arte in cinque continenti. L’artista francese ha anche praticato una forma di body art, lavorando, nel caso mostrato dal filmato, in un’accesa contrapposizione tra apollineo e dionisico. Una modella nuda che suona il violino sembra la più intangibile musa del Parnaso. Ma l’artista la riporta alla corporeità, abbassandola con la colorazione a soggiacere ai desideri umani.

“Ovviamente, Alainjuno , dai primi tempi è padssato tra figurazione e astrazione. scrive Frederic Altman, il suo critico di riferimento – Nella sua lunga vita artistica, egli abilmente gioca con i colori, come un fiammeggiante-arcobaleno che attraversa il suo lavoro con piacere e magnetismo. La sua padronanza della figurazione è stupefacente, armonioso e ad alta densità. Il corpo delle donne ondeggiano voluttuosamente. Attualmente inventa giardini immaginari”.
a violinista


PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, ALL’INIZIO DELLA PAGINA, POCO SOPRA IL TITOLO DI QUESTO ARTICOLO. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO, OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995

a violinista

x

Ti potrebbe interessare

a pornopitocchetto

Che fai, ragazza con quella mano? Il Porno-Pitocchetto e dintorni nel Settecento contadino

a copertina

Franco Bocchi, disegni erotici di fuoco e di gioia. Le immagini