Home / News / A 98 anni muore Guadagnucci, scolpì nuvole di marmo
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

A 98 anni muore Guadagnucci, scolpì nuvole di marmo

 

Lo scultore Guadagnucci con una realizzazione floreale di marmo

Lo scultore Guadagnucci con una realizzazione floreale di marmo

Posava contro il cielo terso della toscana, abbracciato a candidi e lievi fiori di marmo. Gigi Guadagnucci, scultore vissuto tra la Francia e la Toscana, si è spento ora, all’età di 98 anni, nella sua casa sulla collina di Castagnetola, dove era nato il 15 aprile 1915, Autodidatta, aveva imparato a lavorare il marmo nei laboratori della zona e, consolidate le basi tecniche e la perfetta conoscenza della materia, era partito per la Francia, con l’idea di affrontare un percorso stilistico di maturazione, nel Paese che, prima delle due guerre, era realtà epicentrica dell’innovazione artistica. 

Fin da bambino, seguendo le orme dei fratelli maggiori, impara a lavorare il marmo, frequentando i laboratori di scultura e maturando cosi una precoce esperienza. Nel 1936 si stabilisce in Francia, a Grenoble, dove mette a frutto quello che ha imparato, dedicandosi alla scultura. Lavora con Gilioli e si dedica, da autodidatta, allo studio della storia dell’arte e al disegno.La guerra interrompe, almeno in parte, la sua formazione artistica. Il servizio prestato nella Legione Straniera e poi l’attività nella Resistenza lo impegnano su un terreno diverso e tuttavia facilitano il suo inserimento nella società francese. Finita la guerra e dopo un breve soggiorno in Italia, durante il quale allestisce comunque, a Firenze, alla Casa di Dante, la sua prima mostra di disegni, ritorna in Francia e si stabilisce, nel 1953, a Parigi.Frequenta la comunità degli artisti e il contatto con gli ambienti culturali più aggiorna-ti favorisce la sua maturazione. La straordinaria manualità e la grande conoscenza della materia si concretizzano tuttavia in una visione artistica e in una concezione: un’idea della scultura che per sottrarsi alla tentazione del-le mode, guarda alla tradizione, all’esempio dei classici.

Quando alla fine degli anni Cinquanta espone per la prima volta le sue sculture, per molti è una felice scoperta. Da lì a poco ottiene così i primi riconoscimenti pubblici e quando, nel 1964, Pierre Courthion gli dedica un magnifico saggio su “XXème Siècle”, esprime un apprezzamento ormai molto diffuso. A partire dagli anni Sessanta la presenza di Guadagnucci alle principali manifestazioni di scultura contemporanea è ormai ricorrente. Le rassegne Jeune Sculpture, Salon de Mal, Comparations, Réalltés Nouvelles, Grands et Jeunes d’aujourd’hui, Art Sacré, Biennale de Menton, Biennale di Carrara, Quadriennale di Roma, lo vedono, in alcuni casi ripetutamente, fra i protagonisti. Nello stesso periodo esegue sculture monumentali in molte città francesi ed in partico-lare a Créteil, Tours, Marseile, Corneil-le-en-Parisis, Cannes, Draveil, Isle-sur–Sorgue, Frévent, Albenville, Thonon-les-Bains, Strasbourg, Bruay-en-Artois, Greno-ble, dove, in occasione dei Giochi Olimpici In-vernali, partecipa al Primo Simposio Francese di Scultura, ed infine a Montecarlo.

Dalla metà degli anni Settanta era tornato a vivere a Massa, vicino alle cave dove sceglieva i marmi per le sue sculture, pur continuando periodicamente a frequentare il suo vecchio studio di Montparnasse.

Fra le sue ultime realizzazioni sono da ricordare le sculture installate nel palazzo del sultano del Brunei, all’Hilton di Tokio, nel Palazzo Ducale ed in quello Comunale a Massa. Con la sensibilità di sempre, attivo e vigoroso nonostante l’età,  ha continuato a scolpire il marmo. Lavorava sia in piccola che grande dimensione prediligendo i marmi statuari che meglio si prestano ad essere svuotati fino ai minimi spessori, fino al-la trasparenza. Negli anni Novanta si era dedicato alla realizzazione di gioielli, veri capolavori dell’arte orafa, che riprendono le grandi opere in marmo: sculture da indossare.

 

Valutazione gratuita quadri e oggetti / Come vendere  e guadagnare da casa / Fare gli artisti e guadagnare si può

1- VALORE QUADRI E D'OGNI OGGETTO - Qui gratis valutazioni e stime, quotazioni, coefficienti INIZIA LA STIMA GRATUITA
Servono un paio di foto - fatte anche con il telefonino - del quadro o dell'oggetto da collezionismo o vintage da valutare gratuitamente, perché in questo modo ci sarà possibile fornire una stima reale dell'opera o dell'oggetto, in quanto le quotazioni differiscono nell'ambito della produzione dello stesso autore o manifattura e la valutazione è sempre commisurata alla qualità dell'opera od oggetto e a tutti i precedenti d'asta, su opere delle stesse dimensioni, se esistono. I borsini o preziari mostrano infatti grandi limiti nell'arte e nel collezionismo. Se infatti funzionano discretamente per le automobili - che sono infinite repliche - non possono essere automaticamente applicati a un pezzo d'arte o di collezionismo. Le stime che ti offriamo gratuitamente -  in una sinergia Stile Arte-Catawiki - tengono conto dell'insieme di più fattori e possono riguardare quadri od oggetti di collezionismo di ogni provincia o di ogni area. Chi meno se ne intende - e facciamo l'esempio dell'arte - potrà sapere se quello che ha è una stampa o un'oleografia o un dipinto. Potrà conoscerne l'epoca, la qualità e ricevere una stima economica gratuita
 
 

cliccare sul bottone arancione, qui sotto, per inviare le foto

TUTTO AVVIENE ON LINE. SENZA DOVER PARLARE CON NESSUNO. CLICCARE SUL LINK GRATUITO ARANCIONE  QUI SOTTO, PER MANDARE FOTO E DESCRIZIONE OGGETTO PER LA STIMA GRATUITA E INFORMALE. PUOI COSI' CHIEDERE UN SEMPLICE PARERE sul valore di mercato dell'oggetto. E' dal 1995 che forniamo gratuitamente stime.
CLICCANDO TI SI APRIRA' UNA SCHEDA in cui dovrai mettere foto - è semplice come caricare un'immagine su Facebook - e indicare le dimensioni dell'oggetto

 

2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Gentile da Fabriano, quando dipingi la vita come una cosa meravigliosa

Lavoro | Programma di Sviluppo Rurale, la Lombardia a sostegno degli imprenditori agricoli