Home / Mostre in Europa / A Londra “Constable. La Creazione di un Maestro”
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

John 
Constable, Stonehenge, c.1835
John Constable, Stonehenge, c.1835

A Londra “Constable. La Creazione di un Maestro”

Constable. La Creazione di un Maestro
20 Settembre 2014 – 11 Gennaio 2015
Londra, Victoria and Albert Museum

Informazioni sui biglietti
Biglietti: £14 (sconti disponibili)
I soci del V&A entrano gratis
Biglietti disponibili su www.vam.ac.uk

Non vediamo nulla, finché non lo capiamo veramente”

Constable, 1821

 

La grande mostra autunnale del V& A riesaminerà il lavoro di John Constable (1776-1837), l’artista più   amato della Gran Bretagna. Verranno esplorate le sue fonti, le tecniche ed il suo lascito artistico per   rivelare le storie nascoste dietro la creazione di alcuni dei suoi dipinti più noti.

Constable: La Creazione di un Maestro accosterà l’opera di Constable per la prima volta con l’arte dei   classici Maestri paesaggistici del 17° secolo, come Ruisdael, Rubens e Claude, le cui idee compositive e   valori formali Constable venerava. In mostra ci saranno celebri tele quali The Hay Wain (1821), The   Cornfield (1826) e la Cattedrale di Salisbury dai Meadows (1831) assieme a schizzi ad olio che dipinse   all’aperto direttamente dalla natura, ineguagliabili nel catturare effetti transitori di luce e d’ambiente.   La mostra comprenderà oltre 150 opere d’arte tra bozzetti a olio, disegni, acquerelli e incisioni.

Thomas  Jones, Pencerrig, 1772

Thomas
Jones, Pencerrig, 1772

Martin Roth, Direttore del V&A, ha dichiarato: “Il V&A è stato uno dei centri principali per la ricerca su   Constable a partire dal 19° secolo, a seguito di un dono significativo di dipinti, schizzi a olio e disegni da   parte della figlia di Constable, Isabella, nel 1888. Questa mostra rinnova la nostra comprensione del suo   lavoro e della sua influenza creativa. Essa mostra che l’arte di Constable, tanto amata e familiare a molti   di noi, ancora offre sorprese.”

Cenni Biografici

Autoritratto di John  Constable

Autoritratto di John
Constable

Nato a East Bergholt, nel Suffolk, l’11 giugno 1776, John Constable era il secondogenito di un   gentiluomo di campagna, agricoltore e proprietario di un mulino. Mentre lavorava all’attivita’ familiare,   Constable si familiarizzo’ intimamente con il paesaggio attorno al fiume Stour e comincio’ a disegnare   bozze di osservazioni sulla natura e il paesaggio della campagna del Suffolk. Ottenuto il permesso del   padre a perseguire l’arte, si recò a Londra nel 1799 dove studio’ alla Royal Academy of Arts. Constable studio’ i vecchi Maestri, meticolosamente copiando il loro lavoro, riflettendo, nel suo stile individuale,   sulle loro composizioni. In mostra ci saranno dipinti quali Moonlight Landscape (1635-1640) di Rubens e   Landscape with a Pool (1746-7) di Gainsborough, che ispirarono il periodo giovanile di Constable.

Constable fece una serie di fedeli copie di opere degli antichi Maestri, da lui definite come un   “facsimile … un ricordo più duraturo.” Dipinti tra cui Landscape with Goatherd and Goats di Claude   (c.1636 -7) e Mulini a vento nei pressi di Haarlem (c.1650-52) di Ruisdael, oltre a incisioni e disegni di  Herman van Swanevelt e Alexander Cozens, verranno visti accanto alle copie prodotte da Constable,   molte delle quali saranno riunite per la prima volta da quando furono prodotte quasi 200 anni fa.

Constable possedeva anche una ricca collezione d’arte che comprendeva 5000 incisioni, soprattutto da  parte di vedutisti olandesi, fiamminghi e francesi del 17° secolo, e che divenne un vitale punto di   riferimento per la propria creazione di immagini.  Produrre schizzi in loco era al centro del metodo lavorativo di Constable. La decade del 1810 vide l’inizio   di una serie di schizzi e disegni ad olio prodotti all’aperto, che catturano i cambiamenti di clima e luce   della sua nativa campagna. La sua rappresentazione naturalistica del paesaggio, l’uso di ampie   pennellate e la sua tecnica di impasto dei colori sfidarono le convenzioni e portarono il genere di schizzo   ad olio in esterno ad un nuovo livello di raffinatezza. Esempi dei suoi studi di nuvole, tra cui schizzi fatti   a Hampstead Heath e Brighton Beach, esemplificheranno le innovative evocazioni poetiche di terra,   mare e cielo da parte di Constable.

Questa mostra servirà inoltre ad indagare i metodi usati da Constable per trasferire l’immediatezza dei   suoi schizzi nei suoi dipinti da esposizione. A partire dal 1818-1819, Constable produsse schizzi ad olio in   scala reale 1:1 per risolvere le composizioni, i colori e studi di luce dei suoi dipinti di quasi due metri,   come The Hay Wain (1821) e The Leaping Horse (1825), che sono tra le immagini più note dell’arte   britannica.  Negli ultimi dieci anni della sua vita Constable collaboro’ con l’incisore David Lucas ad una serie di   mezzetinte ispirate ai suoi dipinti. L’ultima sezione della mostra presenterà un importante gruppo di   queste stampe assieme agli originali ed ammirevoli bozzetti a olio su cui si basano. Attraverso queste   stampe, Constable ha cercato di consolidare il suo lascito artistico e garantire la continuità dello studio   dei suoi innovativi dipinti, che rimangono estremamente influenti anche ai giorni nostri.

x

Ti potrebbe interessare

F. HAYEZ, I profughi di Parga, 1831, olio su tela, 201 x 290 cm, Brescia, Pinacoteca Tosio Martinengo

Vade retro, Romantico

a manzoni copertina

Marco Manzoni primo premio assoluto al Nocivelli 2016. L’intervista