Home / Mostre in Italia / Al museo Morandi di Bologna “Morandi e l’antico: Vitale da Bologna, Barocci, Rembrandt e Crespi”
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Al museo Morandi di Bologna “Morandi e l’antico: Vitale da Bologna, Barocci, Rembrandt e Crespi”



Morandi e l’antico: Vitale da Bologna, Barocci, Rembrandt e Crespi
Museo Morandi, Bologna
7 novembre 2014 – 3 maggio 2015

Biglietto: 6,00 euro
Orario: martedì, mercoledì e venerdì h 12.00 – 18.00
giovedì, sabato, domenica e festivi h 12.00 – 20.00; chiuso Lunedì
Telefono: 051 649 6611
E-mail: info@mambo-bologna.org

Nell’anno in cui ricorre il cinquantesimo anniversario della morte di Giorgio Morandi, il Museo bolognese si focalizza sul suo rapporto   con l’arte antica, scegliendo di introdurre nel percorso espositivo alcuni  capolavori di autori del passato, da lui amati e studiati, anche a   testimonianza di quanto la modernità della pittura di Morandi abbia tratto  origine dall’antico.

Il rinnovamento allestimento va di pari passo con gli importanti prestiti   legati all’imminente apertura al National Museum of Modern and   Contemporary Art di Deoksugung, Seoul della mostra Giorgio Morandi in   Corea (19 novembre 2014 – 25 febbraio 2015), a cura del Museo Morandi,  che vede protagonista il maestro bolognese della prima personale a lui   dedicata nel paese asiatico ed è uno dei principali eventi nel programma  di scambi culturali tra la città di Bologna e la città di Seoul in occasione   delle celebrazioni del 130° anniversario delle relazioni diplomatiche tra   Italia e Corea.

Nel percorso espositivo di Morandi e l’antico trovano posto, in dialogo  con la collezione morandiana, opere di Federico Barocci, Giuseppe Maria  Crespi, Rembrandt van Rijn e Vitale da Bologna comprese in un arco   temporale che va dal Trecento al Settecento e provenienti da altre sedi   dell’Istituzione Bologna Musei – Collezioni Comunali d’Arte, Museo Davia   Bargellini, Casa Morandi – e dalla Pinacoteca Nazionale di Bologna.

a9f5d9b5ba147fa967da4e5dba35dcc613f7761

Per Morandi l’osservazione degli antichi non è solo studio accademico e   parte integrante della pratica che accompagna ogni formazione artistica.  Si tratta soprattutto di una traiettoria per collegarsi a quella linea ideale   che congiungeva Piero della Francesca a Cézanne attraverso Chardin e  Corot.

L’artista è assiduo visitatore della Pinacoteca cittadina, dove non si  stanca di osservare le tele di Guido Reni e del Guercino o i dipinti di   Giuseppe Maria Crespi, di cui possiede alcune opere nella sua collezione   privata. Ma ama anche le tavole dei Primitivi ed è un fine conoscitore   della pittura bolognese delle origini fino a conservare per sé tre   frammenti attribuiti da Roberto Longhi allo Pseudo Jacopino di   Francesco. Quando non entra in una chiesa bolognese per ammirare le   pale d’altare, lo troviamo a Firenze, Padova, Roma, Venezia o a mostre e  biennali, dove ha occasione di confrontarsi con i francesi: Renoir, Monet,   Courbet.

Ma l’occhio del grande artista e la sua eccezionale capacità   percettiva si manifestano ancor prima nella conoscenza e nella profonda   comprensione degli artisti attraverso le sole riproduzioni in bianco e nero,   oltre a Cézanne, scopre la pennellata lenta di Chardin, la nitidezza   dell’immagine di Vermeer, i paesaggi immensi di Corot, cui si aggiungoni i   fondamentali esempi di Seurat e Rousseau.   Giorgio Morandi guarda poi a Rembrandt come a un maestro assoluto   dell’arte incisoria. È a lui che si ispira per diventare uno fra i più grandi   incisori all’acquaforte di tutti i tempi, tecnica che insegna   ininterrottamente all’Accademia di Belle Arti di Bologna dal 1930 al 1956.   Proprio all’incisione, il nuovo percorso espositivo del Museo Morandi   riserva particolare attenzione, con una sala dedicata che accosta 19   acqueforti morandiane alle opere di Rembrandt e Barocci.

Valutazione gratuita quadri e oggetti / Come vendere  e guadagnare da casa / Fare gli artisti e guadagnare si può

1- VALORE QUADRI E D'OGNI OGGETTO - Qui gratis valutazioni e stime, quotazioni, coefficienti INIZIA LA STIMA GRATUITA
Servono un paio di foto - fatte anche con il telefonino - del quadro o dell'oggetto da collezionismo o vintage da valutare gratuitamente, perché in questo modo ci sarà possibile fornire una stima reale dell'opera o dell'oggetto, in quanto le quotazioni differiscono nell'ambito della produzione dello stesso autore o manifattura e la valutazione è sempre commisurata alla qualità dell'opera od oggetto e a tutti i precedenti d'asta, su opere delle stesse dimensioni, se esistono. I borsini o preziari mostrano infatti grandi limiti nell'arte e nel collezionismo. Se infatti funzionano discretamente per le automobili - che sono infinite repliche - non possono essere automaticamente applicati a un pezzo d'arte o di collezionismo. Le stime che ti offriamo gratuitamente -  in una sinergia Stile Arte-Catawiki - tengono conto dell'insieme di più fattori e possono riguardare quadri od oggetti di collezionismo di ogni provincia o di ogni area. Chi meno se ne intende - e facciamo l'esempio dell'arte - potrà sapere se quello che ha è una stampa o un'oleografia o un dipinto. Potrà conoscerne l'epoca, la qualità e ricevere una stima economica gratuita
 
 

cliccare sul bottone arancione, qui sotto, per inviare le foto

TUTTO AVVIENE ON LINE. SENZA DOVER PARLARE CON NESSUNO. CLICCARE SUL LINK GRATUITO ARANCIONE  QUI SOTTO, PER MANDARE FOTO E DESCRIZIONE OGGETTO PER LA STIMA GRATUITA E INFORMALE. PUOI COSI' CHIEDERE UN SEMPLICE PARERE sul valore di mercato dell'oggetto. E' dal 1995 che forniamo gratuitamente stime.
CLICCANDO TI SI APRIRA' UNA SCHEDA in cui dovrai mettere foto - è semplice come caricare un'immagine su Facebook - e indicare le dimensioni dell'oggetto

 

2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Gentile da Fabriano, quando dipingi la vita come una cosa meravigliosa

Lavoro | Programma di Sviluppo Rurale, la Lombardia a sostegno degli imprenditori agricoli