Home / arte curiosità / Alex Chinneck e la casa londinese sottosopra
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

C(1)

Alex Chinneck e la casa londinese sottosopra

L’arte come mezzo per stupire. Lascia sicuramente il segno l’ultima installazione  Miner on the moon dell’artista e designer londinese Alex Chinneck, il quale ha ribaltato due edifici confinanti in un quartiere di Londra. Porte di ingresso per aria e tetto stretto a contatto con il marciapiede:

Per la sua illusione architettonica , Chinneck ha costruito un'impalcatura che ha innestato sulla facciata del vecchio edificio, una struttura fatiscente risalente al 1780 .
Utilizzando materiali di recupero provenienti da lotti vicini, ha messo insieme due nuove facciate, ognuna orientata di 180 gradi rispetto al marciapiede.
Grande cura e attenzione è stata riservata nel rendere i due edifici il più possibile in armonia e simbiosi con le altre strutture del quartiere.

8(10)

Tale accorgimento aiuta molto l'effetto "straordinario nell'ordinario" ricercato da Chinneck.

La necessità di stupire è da sempre nel Dna dell'artista trentenne, resosi celebre con una precedente installazione  From the Kneese of my Nose to the Belly of my Toes. Qui protagonista è sempre una casa, situata in un quartiere degradato di Cliftonville. A lasciare stupiti, stavolta è la facciata dell'edificio, che scivola verso il basso lasciando scoperti parzialmente gli spazi interni.

casa


x

Ti potrebbe interessare

piccinini

Nulla è “Ovvio” sotto questo sole. Giovanna Piccinini orienta il nostro guardo verso ciò che non vediamo più

F. HAYEZ, I profughi di Parga, 1831, olio su tela, 201 x 290 cm, Brescia, Pinacoteca Tosio Martinengo

Vade retro, Romantico