Home / News / Alma-Tadema, l’impero dei sensi. La sua storia, la sua pittura, le sue quotazioni
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Alma-Tadema, l’impero dei sensi. La sua storia, la sua pittura, le sue quotazioni

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE” ALL’INIZIO DI QUESTA PAGINA. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO , OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995

Una torbida perversione di gusto archeologico attraversa le opere di Sir Lawrence Alma-Tadema (Leeuwarden, 8 gennaio 1836 – Wiesbaden, 25 giugno 1912) il pittore olandese – che poi ottenne la cittadinanza britannica – noto per le fastose rievocazioni pompeiane. Conturbanti figure muliebri, languori, fiori e un’atmosfera di raffinato postribolo d’arto bordo connotano buona parte della sua produzione artistica.

Trasudanti caprifogli odorosi, percorsi da zefiri di tigli sconvolgenti, di mieli e altre diavolerie dolciastre, i quadri di Lawrence Alma Tadema intendono raggiungere e sollecitare il piacere di tutti i sensi. La sollecitazione polisensoriale è alla base del successo che questa pittura ottenne in un’epoca di amidi marmorei e di austerità sessuale. L’archeologia risulta un ampio pretesto d’erudizione.Ma la vista dischiude il tatto, potenzia l’olfatto, acutizza l’udito nel cogliere i fruscii, accende il preludio dell’eros.  La scena d’ambientazione storica maschera abilmente il nucleo autentico dell’opera.


Lawrence era nato in un minuscolo villaggio della Frisia, a Dronrijp, vicino a Leeuwarden (Frisia), con il nome di Laurens Alma Tadema, figlio del notaio Pieter che morì quando il bambino aveva solo quattro anni. Furono tempi difficili. La madre cercò di avviare il futuro pittore alla professione notarile, ma le inclinazioni artistiche del ragazzo vennero presto riconosciute e orientate a una formazione consona, ad Anversa. L’apertura di un canale in  direzione dell’ Inghilterra portò il giovane pittore ad incontrare perfettamente il gusto di una committenza che incorniciava se stessa tra austere colonne romane e pensava invece a cascate di rose sovrabbondanti.



Alma-Tadema ottenne la nazionalità britannica nel 1873 e venne nominato cavaliere in occasione dell’ottantunesimo compleanno della Regina Vittoria, nel 1899. Divenne membro della Royal Academy nel 1876 ed assunse una cattedra nel 1879.

Si sposò nel 1863 con Marie-Pauline Gressin de Boisgirard, che fu anche la modella per il dipinto Nel peristilio del 1868. Visse a Bruxelles fino alla morte della moglie, nel 1869, lasciandolo solo con le due figlie Laurence e Anna. La prima sarebbe diventata una scrittrice e la seconda una pittrice. Nel 1871, Alma-Tadema sposò Laura Epps, nobildonna inglese di famiglia benestante, e anch’ella posò per numerosi dipinti tra cui il famoso Le donne di Amphissa (1887).

Le quotazioni e gli esiti d’asta delle opere di Lawrence Alma-Tadema. Clicca qui sotto

http://www.christies.com/LotFinder/searchresults.aspx?entry=alma%20tadema&searchtype=p&searchFrom=auctionresults

 

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE” ALL’INIZIO DI QUESTA PAGINA. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO , OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995

 

 

x

Ti potrebbe interessare

piccinini

Nulla è “Ovvio” sotto questo sole. Giovanna Piccinini orienta il nostro guardo verso ciò che non vediamo più

F. HAYEZ, I profughi di Parga, 1831, olio su tela, 201 x 290 cm, Brescia, Pinacoteca Tosio Martinengo

Vade retro, Romantico