Home / Mostre in Italia / AMORE E PSICHE. La favola dell’Anima.
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

amorepsiche

AMORE E PSICHE. La favola dell’Anima.

Alfredo Pirri, Passi, Installazione, Mantova, Palazzo Te, 2013

Alfredo Pirri, Passi, Installazione, Mantova, Palazzo Te, 2013

Palazzo Te e Palazzo San Sebastiano, fino al 10 novembre, ospitano una mostra –  organizzata dalla Fondazione DNArt, promossa dall’Assessorato alle Politiche Culturali e alla Promozione Turistica del Comune di Mantova, con il patrocino di Regione Lombardia – che abbraccia vari secoli d’arte e di cultura e che ha come filo conduttore il mito di Amore e Psiche.

“Una mostra – dichiara Nicola Sodano, sindaco di Mantova – che propone un percorso artistico unico e originale, accostando opere d’arte che appartengono a periodi differenti, dal classico al contemporaneo, ma legate tra loro dalle due figure mitologiche. E i capolavori non potevano trovare collocazione migliore che a Palazzo Te, la villa gonzaghesca realizzata da Giulio Romano al cui interno si trovano meravigliose sale affrescate come quella, appunto, di Amore e Psiche

Nell’ambito della valorizzazione di Palazzo Te di Mantova, la Fondazione DNArt ha studiato un progetto che  si pone l’obiettivo di ripercorrere il tema dell’Anima ricercandone le tracce simboliche e archetipiche nell’arte.

Salvador Dalì, Orologio molle (Profil du Temps), bronzo, 1984

Salvador Dalì, Orologio molle (Profil du Temps), bronzo, 1984

Le opere archeologiche e artistiche dislocate negli spazi della residenza gonzaghesca (dai capolavori archeologici della Magna Grecia all’arte romana,
da Tintoretto ad Auguste Rodin a Salvador Dalì) accompagneranno il visitatore alla riscoperta dell’antichissimo mito di Amore e Psiche, ripreso da Apuleio nel II secolo d.C., che narra le vicende di Psiche, mortale dalla bellezza eguale a Venere, che diventa sposa di Amore senza mai poterne vedere il viso. Una notte, istigata dalle invidiose sorelle, riesce a scoprirne il volto ma viene immediatamente abbandonata dal dio. Psiche dovrà quindi affrontare una serie di prove, al termine delle quali otterrà l’immortalità e potrà ricongiungersi al suo sposo.

 

Il progetto acquista un ulteriore valore simbolico, in quanto proprio a Palazzo Te si trova la sala di Amore e Psiche, affrescata da Giulio Romano per Federico II Gonzaga tra il 1526 e il 1528.

Amore e Psiche. La favola dell’anima si basa sull’interpretazione del mito in chiave neoplatonica che venne data nell’Umanesimo, per la quale l’errore di Psiche consiste nel ritenere il divino come una realtà tangibile e verificabile con i sensi, mentre è solo il cuore che può percepirne pienamente la presenza.

 

AMORE E PSICHE
La favola dell’anima

MANTOVA, PALAZZO TE e PALAZZO SAN SEBASTIANO
13 LUGLIO – 10 NOVEMBRE 2013

Orari: lunedì, 13-18; martedì, mercoledì, giovedì, 9-18; venerdì, sabato, 9-20; domenica, 9-18.

Biglietti: intero € 13,00; ridotto € 10.00; ridotto speciale € 7,00
Il biglietto d’ingresso consente la visita alla mostra, a Palazzo Te e al Museo di Palazzo San Sebastiano
La biglietteria chiude mezz’ora prima.

Informazioni: tel. 0376 323266, biglietteria.te@comune.mantova.gov.ithttps://www.facebook.com/DNArtFondazione

x

Ti potrebbe interessare

crocifisso di cividale

Il Crocifisso di Cividale. Da dove viene l’immagine di quel gigante buono?

Moses Levy: Spiaggia e figure a Viareggio, 1921

Moses Levy, le spiagge magiche e fatate degli anni Venti