Home / Arte Eros / Artistiche scene erotiche nelle ceramiche pre-incaiche dei Moche, che “facevano l’amore in modo strano”
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Artistiche scene erotiche nelle ceramiche pre-incaiche dei Moche, che “facevano l’amore in modo strano”

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, ALL’INIZIO DELLA PAGINA. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO , OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995

inca moche anal

Un contenitore ceramico Moche per liquidi, sormontato dalle figurine di un uomo e una donna, sotto una coperta, mentre praticano sesso non vaginale

Sono almeno cinquecento le ceramiche, conservate in musei pubblici peruviani, che rappresentano motivi erotici e sessuali sviluppati dalla civiltà pre-incaica dei Moche, una popolazione vissuta nel nord del Paese, in un periodo tra il I secolo ed il VII secolo d.C., che corrisponde, sulla linea del tempo europeo, all’epoca dell’impero romano, del suo declino e dello sviluppo della civiltà longobarda. Buona parte di questo lavori decora elaganti bottiglie di terracotta, caratterizzzate da un anello cavo, sulle quali appare un’adorazione nei confronti del pene. Pene che si collega all’acqua e al potere fecondante della pioggia, condiderato analogo a quello del maschio, rispettoalla donna-terra. Così alcuni contenitori – come in alcune fontane europee – gettavano il liquido da grossi falli in erezione, motivo molto ricorrente nella modellazione dei beccucci della ceramica dei Mochee, anche nell’ambito di ceramiche che non si riferiscono direttamente a motivi sessuali. Numerose sono le scene di adoranti fellatio da parte di donne accoccolate vicino al maschio. E, in genere, tra uomo e donna, sono raffigurati quasi esclusivamente rapporti anali, che sono evidenti, grazie al dettagliato realismo della ceramica di questo popolo, che descrive dettagliatamente gli organi. Gli studiosi si sono chiesti perchè fellatio e rapporti anali siano dominanti, mentre non figurano – o quasi – le rappresentazioni di rapporti sessuali finalizzati alla riproduzione, ma non è ancora chiaro il motivo di questa scelta rappresentativa, se cioè fosse legato alle pratiche sessuali realmente più diffuse o se i rapporti sessuali non riproduttivi avessero un particolare significato rituale.

I Moche vivevamo nella lunga e stretta striscia di terra desertica della costa settentrionale del Perù, dove si trovano i resti dei templi piramidali, i palazzi, le fortificazioni, le opere di irrigazione ed i cimiteri che testimoniano l’alto livello di sviluppo raggiunto nei campi dell’arte, della tecnica e dell’organizzazione sociale.

Lo stile artistico Moche è caratterizzato da scelte realistiche nella rappresentazione del mondo, con quelle che a noi appaiono come figure modernissime, tra realtà esintesi, in quanto il Novecento ha ampiamente guardato alla semplificazione delle arti arcaiche, riproponendo modelli, anche a livello di design, dal più profondo passato. In ambito artistico, i Moche produssero ceramiche realmente spettacolari.
Ad oggi, più di 100.000 di questi vasi sono stati trovati e sono ora distribuiti in musei e collezioni private di tutto il mondo. Quasi tutti sono stati recuperati da importanti siti archeologici, come Huaca de la Luna (Tempio della Luna), Huaca del Sol (Tempio del Sole), e Sipán, nonché da luoghi di sepoltura Moche sparsi per la costa settentrionale di Perù.

Paul Mathieu, nel suo libro “Erotismo in Ceramica ‘riferisce che” una grande varietà di atti sessuali sono rappresentati: molto comune è la fellatio, sempre in rapporti eterosessuali; ricorrenti sono baci e carezze; la masturbazione maschile; il rapporto tra le coppie eterosessuali, in varie posizioni; scene di parto; ma anche i rapporti sessuali tra animali (rane, topi, cani, scimmie, lama, a volte su mais o altre colture alimentari); e il rapporto tra le donne e animali mitici (come il pipistrello e il giaguaro, che entrambi avevano connotazioni particolari religiosi nella cultura Moche). ” E’ anche comune trovare raffigurazioni di una coppia che fa sesso, mentre la donna allatta al seno un bambino.

inca mocheinca moche ceramiche 2

inca moche ceramiche

inca moche falli 1

inca moche falli 2

inca moche falli

x

Ti potrebbe interessare

F. HAYEZ, I profughi di Parga, 1831, olio su tela, 201 x 290 cm, Brescia, Pinacoteca Tosio Martinengo

Vade retro, Romantico

a manzoni copertina

Marco Manzoni primo premio assoluto al Nocivelli 2016. L’intervista