Home / arte curiosità / Aste internazionali: boom del secondo Novecento italiano. Record per Manzoni, Boetti, Pistoletto, Salvo e De Maria
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Aste internazionali: boom del secondo Novecento italiano. Record per Manzoni, Boetti, Pistoletto, Salvo e De Maria

L’arte italiana degli ultimi decenni al centro dell’interesse internazionale. E’ ciò che emerge osservando i sorprendenti risultati ottenuti a Londra nel corso di un asta di Sotheby’s. Cifre mai raggiunte in precedenza, cinque record mondiali per altrettanti autori di casa nostra.
Un Achrome di Piero Manzoni, stimato 1.800.000 euro, è stato battuto alla strepitosa cifra di 3.250.000. Alighiero Boetti ha toccato quota 1.700.000 con Mappa del Mondo. Gli altri protagonisti sono Michelangelo Pistoletto con l’Uomo trasporta un cubo, venduto a 497.000 euro, Nicola de Maria con Regno dei fiori musicale con gli angeli (Musica interni), 113.000, e Certosa nel bosco di Salvo, aggiudicato a 83.600 euro.
Non è un record per l’artista, ma va senz’altro segnalato, infine, il Sette tagli rosso di Lucio Fontana del 1968, comprato da un collezionista per 1.800.000 euro.

Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Le orge nell’arte – Le illustrazioni originali delle opere di De Sade furono ispirate dal Teatro del sesso

Lo spiedo nell’arte