Home / Arte Eros / Bettie Page, la Venere sexy e spudorata degli anni Cinquanta entra nei musei. Il video
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Bettie Page, la Venere sexy e spudorata degli anni Cinquanta entra nei musei. Il video

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, SUBITO QUI A DESTRA. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO , OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995

bettie page

Negli anni della crisi, il recupero di periodi lontani, circondati da un’aura di ottimismo e positività, costituisce un piccolo conforto che alimenta le speranze di serenità. Le immagini di Bettie Page, forse la prima pin-up, la prima ragazza copertina universalmente conosciuta ed amata, entra nei musei e a questa donna molto affascinante, che posava senza tabù davanti all’obiettivo, in pose ardite, mutando il proprio volto di ragazzina della porta accanto, Bologna ha dedicato una mostra. Bettie (1923-2008) è stata studiata, analizzata e proposta come simbolo aureo degli anni Cinquanta, durante i quali era stato rimosso il trauma della guerra e il mondo aveva il desiderio di tornare a vivere, con qualche concessione all’edonismo. Dopo essersi sposata, nel 1958, smise l’attività, divenne una cristiana devota e osservante, lavorando per organizzazioni religiose e assistenziali.

x

Ti potrebbe interessare

a merda

Perchè non ci facciamo un regalo dadaista? A 6 euro la Merda di Natale (che non offende nessuno)

piccinini

Nulla è “Ovvio” sotto questo sole. Giovanna Piccinini orienta il nostro guardo verso ciò che non vediamo più