Home / Mostre in Italia / Bruno Barbieri nel Lifeshot di Mr. Savethewall
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Lifeshot chef Barbieriaoe

Bruno Barbieri nel Lifeshot di Mr. Savethewall


LIFESHOT di Mr.Savethewall
a cura di Chiara Canali
dal 22 al 25 gennaio 2015
Bologna –SetUp Art Fair
Piazza XX Settembre, 6 – Stand 26

Apertura al pubblico
23 / 24 gennaio 2015, h. 17.00 – 1.00
25 gennaio 2015, h. 14.00 – 22.00

INFO E BIGLIETTI:
Art Company,  www.artcompanyitalia.com

INFO FIERA: www.setupcontemporaryart.com

INFO PROGETTO: www.lifeshot.it

In occasione della terza edizione di SetUp Art Fair, la fiera indipendente di arte contemporanea che si svolge a Bologna dal 22 al 25 gennaio 2015, Mr. Savethewallpresenta, all’interno della sezione SPECIAL PROJECT il progetto LIFESHOT, a cura di Chiara Canali.

 LIFESHOT è un progetto artistico di Mr. Savethewall nato dalla sua ferma convinzione che “La vita è la nostra più importante opera d’arte”.

 “Nascere, crescere, scoprire, imparare, amare, lavorare, invecchiare, morire. Soddisfazioni e insuccessi, passioni e vizi, gioie e paure”.

LIFESHOT è una rilettura dell’artista sul tema del ritratto fotografico, una rappresentazione emotiva del soggetto a partire dalla individuazione di 16 momenti miliari della vita di ciascun uomo o donna.

Ne derivano 16 scatti fotografici sintetizzati da 16 oggetti personali,8 selezionati dall’artista (la sveglia, la clessidra, la scacchiera, lo specchio, il teschio…) e 8 da chi partecipa all’esperienza performativa,  la cui forza risiede non solo nel valore estetico dell’immagine ma anche nel suo potere emozionale.

Special Guest Bruno Barbieri, lo chef italiano con il maggior numero di stelle Michelin e uno dei conduttori di MasterChef Italia. Lo Chef ha apprezzato il progetto artistico di Mr. Savethewall e ha deciso di prestarsi alla performance dopo aver selezionato gli 8 oggetti che lo rappresentano (un mappamondo, una divisa mimetica da chef, la rivista Gourmet, una boccetta di profumo, il fumetto Diabolik, un salvadanaio, una bombetta e un antico pitale).

Lifeshot, chef Barbieri

Lifeshot, chef Barbieri

Significativa la frase che Barbieri ha scritto sulla lavagnetta del Lifeshot dell’infanzia “Non dimenticarti da dove sei partito!!!”, un monito che gli consente di non dimenticare le origini e il lungo percorso che ha compiuto nella storia della vita e nell’arte dei fornelli, dai viaggi dell’adolescenza fino alle passioni attuali.

I 16 scatti finali restituiscono in un’opera d’arte tutta l’energia, l’entusiasmo e la determinazione di uno chef pronto a raccontarsi e a mettersi in gioco.

Oltre al LIFESHOT di Bruno Barbieri, anche i primi scatti realizzati dall’artista che hanno come soggetti il collezionista di Milano Eugenio Borroni, la curatrice e critica d’arte Chiara Canali, il giornalista Davide Cantoni, collaboratore di Repubblica e Quicomo.


BIOGRAFIA

Mr. Savethewall è un artista comasco che agisce secondo il metodo della deriva e del détournement situazionista per proporre opere che interpretano temi e costumi della società contemporanea in chiave ludica o polemica, ironica o dissacrante. Una “decostruzione e ricostruzione dei codici linguistici” che Mr. Savethewall opera attraverso le modalità e le tecniche di intervento della Street Art, in primis l’utilizzo dello stencil su supporti di derivazione urbana e di largo consumo come cartone, carta da pacchi, legno, metallo, materiale di riciclo.

Tra le più recenti esposizioni si segnalano: nel 2013 la personale “King Com” a Como; nel 2014 la doppia personale a Parma, intitolata “It’s an icon”, a cura di Chiara Canali, al Tpalazzo e Le Malve, evento collaterale di CibusLand, e la partecipazione al 27° International GrandPrix Advertising Strategies al Teatro Nazionale di Milano dove Mr. Savethewall ha presentato un’imponente installazione ottenuta con oltre 200 scatoloni assemblati.

Per l’edizione 2014 de “La grande invasione”, il Festival della Lettura di Ivrea, l’artista ha rivisitato il logo e inaugurato una mostra diffusa in diversi punti della città. Inoltre, a luglio 2014 ha partecipato a Cartasia, Festival internazionale della carta e Biennale d’arte contemporanea che si è svolta a Lucca.

Nell’ottobre 2014 è stato selezionato con l’opera “Bolla di Cartone” per la sezione Indepentes5 di ArtVerona e, durante la Settimana dell’Arte di Torino, ha presentato il progetto “Balloon Art”, a cura di Chiara Canali, nella fiera sperimentale The Others Fair.

Sempre nel 2014 ha esposto presso Fabbrica Borroni a Bollate (Mi) all’interno della rassegna BollARTe.

Vive e lavora a Como.

x

Ti potrebbe interessare

piccinini

Nulla è “Ovvio” sotto questo sole. Giovanna Piccinini orienta il nostro guardo verso ciò che non vediamo più

F. HAYEZ, I profughi di Parga, 1831, olio su tela, 201 x 290 cm, Brescia, Pinacoteca Tosio Martinengo

Vade retro, Romantico