Home / News / L’ex presidente Bush, pittore di cani e gattini
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

George W Bush all'opera
George W Bush all'opera

L’ex presidente Bush, pittore di cani e gattini


bushChe ne è di George W Bush? Che fine ha fatto il 43º presidente degli Stati Uniti d’America? Come passa il suo tempo, in questo momento, l’uomo che decideva le sorti del mondo,?   Dipinge gattini. Proprio così, gattini. Troviamo infatti, in queste immagini, l’ex presidente in una veste a dir poco inaspettata.  Eccolo – con grembiulino paraschizzi, occhiali sulla punta del naso, pennello e l’immancabile sorriso – di fronte una tela dai colori accesi.
“I suoi soggetti preferiti sono cani ma – da ora – anche gatti“. Così spiega Bonnie Floor, l’artista che ha passato un mese ad insegnare a George W Bush i fondamenti della pittura. “Un giorno ha iniziato, all’improvviso, a dipingere cani. Ha tirato fuori una tela nuova e ha iniziato di getto. Credo abbia dipinto 50 cani”.

La passione dell’ex presidente degli Stati Uniti si è spostata sugli amici felini. E’ di pochi giorni fa la pubblicazione online di un suo dipinto che ritrae un placido gatto bianco e nero sdraiato su un mobile con le zampette anteriori a penzoloni..

Non sono questi gli unici lavori di Bush Junior. Non hanno lasciato indifferenti infatti, due suoi autoritratti che lo immortalano durante le operazioni di pulizia corporale…

Nella prima tela lo vediamo di schiena e in prossimità del getto a doccia. Nella seconda ecco Bush nella vasca da bagno. La visuale in prima persona del dipinto ci “dona” la visione delle presidenziali gambe a mollo nell’acqua calda…

SE HAI GRADITO L’ARTICOLO E STILE ARTE, VAI ALL’INIZIO DELLA PAGINA E CLICCA “MI PIACE”

x

Ti potrebbe interessare

a merda

Perchè non ci facciamo un regalo dadaista? A 6 euro la Merda di Natale (che non offende nessuno)

piccinini

Nulla è “Ovvio” sotto questo sole. Giovanna Piccinini orienta il nostro guardo verso ciò che non vediamo più