Home / Corso di pittura on line gratis / Caillebotte e la neve. Così si dipingono le vedute urbane innevate. Opere e tecnica
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Caillebotte e la neve. Così si dipingono le vedute urbane innevate. Opere e tecnica

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, ALL’INIZIO DELLA PAGINA. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO , OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995

Caillebotte Boulevard_Haussmann, effet_de_neige 79 81

Esponente di una cultura urbana, appartenente all’alta borghesia, Gustave Caillebotte predilesse l’analisi assidua del mondo parigino – i boulevard, le periferie verdi, i corsi d’acqua nei quali si praticava canottaggio, i giardini delimitati, ma spesso anche gli interni con figure, i ritratti, gli spazi delimitati – piuttosto che la natura aperta. Caillebotte è l’elemento di congiunzione tra la pittura moderna di Edouard Manet e la linea appartenente all’Impressionismo monetiano, (Monet, Pissarro, Sisley, Morisot e, parzialmente Renoir). Caillebotte pratica una sorta di bilinguismo: da un lato si esprime stilisticamente con l’accuratezza del realismo moderno, dall’altro con la pennellata sciolta degli impressionisti.

Gustave Caillebotte nasce a Parigi il 19 agosto del 1848 da una ricca famiglia di commercianti tessili e, grazie alla notevole eredità ricevuta alla morte del padre nel 1876 potrà dedicarsi a tempo pieno alla pittura.
Egli utilizza per le sue opere i tagli arditi della fotografia ed è attratto dai soggetti delle nuova città, dall’individuo moderno dei suoi abiti, nelle sue abitudini sociali, in casa sua e per strada. Restò sempre fondamentalmente legato alla sua prima impostazione realista, cui seppe sovrapporre però il senso vivo del colore e della luce appreso dagli impressionisti.
Conosce Eduard Degas e su invito di Renoir e di Henri Rouart partecipa alla seconda mostra impressionista, quella del 1876, presso il gallerista Ruaud-Ruel.Grande collezionista, muore a Gennevieller dopo una breve malattia a soli 46 anni.Nel testamento esprime la volontà di donare 67 dipinti, purché esposti al Museo di Luxemburg di Parigi ma bisognerà attendere il 1937 per vedere attuata la sua volontà testamentaria.

Gustave Caillebotte, La Place de l'Europe, temps de pluie, 1877.Il quadro dimostra, nella precisione dei tratti, la persistenza del modello realistico moderno, ascrivibile a Edouard Monet. L'opera è dipinta quattro anni dopo la prima mostra impressionista. Caillebotte dimostra qui un'attenzione ai valori della luce, tipica degli impressionisti, innestata però, tecnicamente sul realismo

Gustave Caillebotte, La Place de l’Europe, temps de pluie, 1877.Il quadro dimostra, nella precisione dei tratti, la persistenza del modello realistico moderno, ascrivibile a Edouard Monet. L’opera è dipinta quattro anni dopo la prima mostra impressionista. Caillebotte rende qui esplicita un’attenzione ai valori della luce, tipica degli impressionisti, innestata però, tecnicamente sul realismo

Gustave Caillebotte, Les raboteurs de parquets, 1875, 102 x 146,5 cm

Gustave Caillebotte, Boulevard Haussmann, effet de neige, tra il 1879 e il 1881. Interessante è il notevole mutamento di linguaggio, dai quadri di realismo moderno, che abbiamo visto poco sopra a questo paesaggio realizzato con tecnica impressionista

Gustave Caillebotte, Boulevard Haussmann, effet de neige, 1880-81

Gustave Caillebotte, Piazza a Parigi, nei giorni di neve, 1880

Gustave Caillebotte, Vista dei tetti, effetto neve, 1878. Qui la pennellata del maestro non è ancora impressionista. L’effetto, che rende l’opera molto simile all’illustrazione di un libro, è provocato da un disegno sottostante, che vincola, con i volumi, il pittore e lo costringe ad essere analitico. Le vedute di neve, sopra, rivelano invece la mancanza di vincoli di disegno

x

Ti potrebbe interessare

velata 2

Sai come e perchè i grandi pittori hanno ingannato lo spettatore?

La craquelure della Gioconda di Leonardo da Vinci

Cosa sono cretto e craquelure nei quadri. Come prevenirli, come li realizzano nei falsi