Home / News / Calamita e inchiostro. L’arte “magnetica” di Kouichi Okamoto
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Calamita e inchiostro. L’arte “magnetica” di Kouichi Okamoto


PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, SUBITO QUI A DESTRA. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO , OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995 
Magneti, inchiostro e forza di gravità sono pennello, tela e colori ad olio per l’artista giapponese Kouichi Okamoto.



Sfruttare le leggi della fisica e i fenomeni naturali  a proprio favore per ottenere opere d’arte. E come? “Utilizzo un contagocce contenente inchiostro nero- spiega Kouichi Okamoto –  fissato sul piano di lavoro, mentre un magnete è attaccato all’estremità opposta,  a fungere da contrappeso. A causa della forza gravitazionale che agisce sul magnete, l’intera struttura ruota delicatamente su se stessa. Il gocciolamento dell’ inchiostro su un foglio di carta bianca sotto fa tutto il resto. Man mano che il contagocce si svuota il magnete si abbassa verso il suolo e tira la leva più in verticale, creando  conseguentemente cerchi più piccoli sul foglio”.


Ma parliamo di arte o di un qualcosa di molto simile ad un test psicologico? Forse entrambe le cose. La concezione dell’artista è quella infatti di suscitare nell’osservatore una reazione. Proprio come nei test di Rochach infatti ciascuno vede in quelle irregolari linee concentriche “qualcosa di diverso – dichiara l’artista –  di unico e irripetibile”…

 

 

GUARDA IL VIDEO DELL’ARTISTA ALL’OPERA:


x

Ti potrebbe interessare

piccinini

Nulla è “Ovvio” sotto questo sole. Giovanna Piccinini orienta il nostro guardo verso ciò che non vediamo più

F. HAYEZ, I profughi di Parga, 1831, olio su tela, 201 x 290 cm, Brescia, Pinacoteca Tosio Martinengo

Vade retro, Romantico