Home / Pittura antica / Vincenzo Campi, la quotidianità senza tempo di un maestro del ‘500.Il video
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Vincenzo Campi, la quotidianità senza tempo di un maestro del ‘500.Il video

Proponiamo l’intervista a Franco Pagliaga, studioso di Vincenzo Campi, compiuta in occasione delle ricerche che portarono alla prima mostra monografica

vincenzo campi

vincenzo campi 2

campi.

Il tema del “mercato”, come rappresentazione di un luogo felice senza stagioni, e il culto dell’abbondanza ricorrono spesso nella produzione di Campi. Sono riferimenti in cui si coglie l’influenza diretta della pittura nordica, in particolare di artisti come Pierre Artsen e Joachim Beuckelaer…
Certo, Campi aveva contatti molto stretti con la pittura fiamminga, dovuti anche ai rapporti con la famiglia di mercanti Affaitati, che gestivano il Banco del Cambio di Anversa. In mostra abbiamo alcuni dipinti fiamminghi, alcuni anonimi, altri di autori importanti: un Van Cleef, proveniente da Verona, o un Beuckelaer che, invece, arriva dalla Collezione Farnese di Napoli, dove era stato portato nel 1734, quando i Farnese, appunto, si sostituirono ai Borbone. Sappiamo che Vincenzo Campi frequentava il nobile casato e, dunque, quasi certamente conosceva il dipinto in questione.

Vincenzo compì i primi passi nella bottega dei fratelli Giulio e Antonio. Vuole dirci qualcosa a proposito delle analogie e delle differenze che caratterizzano le esperienze artistiche all’interno della famiglia?
Vincenzo collabora con i fratelli fino alla morte di Giulio, avvenuta nel 1572. Giulio e Antonio erano abili decoratori, e senz’altro da loro il nostro imparò a dipingere in un certo modo gli elementi naturalistici utilizzati, appunto, a scopo decorativo; in seguito si assiste però alla sua sterzata netta verso la natura morta, sugli esempi del naturalismo lombardo e della pittura fiamminga. A questo punto il suo cammino diviene autonomo. Come è documentato nel saggio di Giacomo Berra in catalogo, è stata tra l’altro dimostrata la compresenza a Milano, nel 1588, di Vincenzo Campi, di Caravaggio e di Sofonisba Anguissola, che di sicuro ebbero a frequentarsi.

Nell’impianto architettonico dei quadri di Campi, la figura umana è molto spesso posta in secondo piano, rispetto agli elementi della natura. Ciò ha un valore simbolico o si tratta semplicemente di una scelta estetica?
Ritengo che Vincenzo fosse soprattutto interessato alla dimensione ironica e grottesca evocata dai personaggi popolari del mondo contadino, che inseriva nei suoi dipinti esaltandone gli aspetti più rozzi e in qualche modo “volgari”. Tuttavia in mostra presentiamo anche un esempio di natura morta pura, che anticipa addirittura Fede Galizia e Caravaggio. Abbiamo esposto pure quadri di Panfilo Nuvolone, che fu allievo di Vincenzo, proprio per enfatizzare l’analisi sul tracciato della nascita e dell’affermazione del genere. (Stile arte, 02.11.2000)

 

SE HAI GRADITO IL SERVIZIO E STILE ARTE, VAI ALL’INIZIO DELLA PAGINA E CLICCA “MI PIACE”

Valutazione gratuita quadri e oggetti / Come vendere  e guadagnare da casa / Fare gli artisti e guadagnare si può

1- VALORE QUADRI E D'OGNI OGGETTO - Qui gratis valutazioni e stime, quotazioni, coefficienti INIZIA LA STIMA GRATUITA
Servono un paio di foto - fatte anche con il telefonino - del quadro o dell'oggetto da collezionismo o vintage da valutare gratuitamente, perché in questo modo ci sarà possibile fornire una stima reale dell'opera o dell'oggetto, in quanto le quotazioni differiscono nell'ambito della produzione dello stesso autore o manifattura e la valutazione è sempre commisurata alla qualità dell'opera od oggetto e a tutti i precedenti d'asta, su opere delle stesse dimensioni, se esistono. I borsini o preziari mostrano infatti grandi limiti nell'arte e nel collezionismo. Se infatti funzionano discretamente per le automobili - che sono infinite repliche - non possono essere automaticamente applicati a un pezzo d'arte o di collezionismo. Le stime che ti offriamo gratuitamente -  in una sinergia Stile Arte-Catawiki - tengono conto dell'insieme di più fattori e possono riguardare quadri od oggetti di collezionismo di ogni provincia o di ogni area. Chi meno se ne intende - e facciamo l'esempio dell'arte - potrà sapere se quello che ha è una stampa o un'oleografia o un dipinto. Potrà conoscerne l'epoca, la qualità e ricevere una stima economica gratuita
 
 

cliccare sul bottone arancione, qui sotto, per inviare le foto

TUTTO AVVIENE ON LINE. SENZA DOVER PARLARE CON NESSUNO. CLICCARE SUL LINK GRATUITO ARANCIONE  QUI SOTTO, PER MANDARE FOTO E DESCRIZIONE OGGETTO PER LA STIMA GRATUITA E INFORMALE. PUOI COSI' CHIEDERE UN SEMPLICE PARERE sul valore di mercato dell'oggetto. E' dal 1995 che forniamo gratuitamente stime.
CLICCANDO TI SI APRIRA' UNA SCHEDA in cui dovrai mettere foto - è semplice come caricare un'immagine su Facebook - e indicare le dimensioni dell'oggetto

 

2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Architettura – Quando furono inventati vetri e vetrate per le finestre?

Sai perchè Babbo Natale porta i doni? Chi è? Da cosa deriva? Le testimonianze della pittura