Home / Mostre in Italia / Canova: la bellezza e la virtù. Disegni e sculture al Polo Reale di Torino
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Canova: la bellezza e la virtù. Disegni e sculture al Polo Reale di Torino


71309145ca87331b6ea8068941c24fe956fb1a

Canova: la bellezza e la virtù. Disegni e sculture dalle collezioni di Torino e Bassano del Grappa
dal 18 maggio al 9 agosto 2015.
Polo Reale di Torino – Biblioteca Reale, piazza Castello 191 – Torino

Orari:
lunedì alla domenica  13.15-19.00 (ultimo ingresso 18.15)

Costo del biglietto:
intero € 6,00; ridotto € 4,00.

È inoltre possibile visitare con ingresso gratuito il Salone palagiano, dove attualmente è in corso la mostra Carlo Promis Theodor Mommsen. Cacciatori di pietre, visitabile dal lunedì al sabato con orario 9.00-18.30; domenica 13.15-18.30.
Si informa che dal 18 maggio al 9 agosto 2015 la sala di lettura è aperta solo al mattino, dal lunedì al sabato con orario 8.15-13.30.

Per ulteriori informazioni tel. 011 543855

Il percorso espositivo propone al pubblico un nucleo di opere di Antonio Canova, uno dei massimi esponenti del Neoclassicismo, presentando per la prima volta i 5 disegni dell’artista veneto acquisiti da Carlo Alberto nel 1845 insieme a disegni, sculture e dipinti provenienti dal Museo civico di Bassano del Grappa, dalla Galleria d’Arte Moderna di Torino e da una collezione privata. La riflessione estetica canoviana schiude per altro una cifra stilistica di cui si nutrono gli apparati definiti per il salone della Biblioteca Reale dal bolognese Pelagio Palagi, artefice del rinnovamento decorativo delle residenze sabaude.

Si aggiunge così un ulteriore tassello al progetto di valorizzazione delle collezioni della Biblioteca, con una particolare attenzione al suo eccezionale corpus, noto principalmente per la presenza dei fogli leonardeschi, ma al contempo depositario di un ampio repertorio di testimonianze storico-artistiche. Accanto agli ordinari compiti di consultazione del patrimonio librario, la Biblioteca offre preziose occasioni di conoscenza che, oltre a esaltare le collezioni del Polo Reale, ne celebrano il patrimonio attraverso le interazioni stabilite nel tempo con i luoghi e gli ambienti dell’elaborazione artistica e culturale, sullo sfondo della committenza e del gusto di Casa Savoia.

La mostra è curata dalla direttrice del Museo civico di Bassano del Grappa Giuliana Ericani; catalogo dell’Editore Hapax; organizzazione dell’Associazione MetaMorfosi. – da poloreale.beniculturali.it

x

Ti potrebbe interessare

F. HAYEZ, I profughi di Parga, 1831, olio su tela, 201 x 290 cm, Brescia, Pinacoteca Tosio Martinengo

Vade retro, Romantico

a manzoni copertina

Marco Manzoni primo premio assoluto al Nocivelli 2016. L’intervista