Home / Arte Eros / Carlos León-Salazar: congiunzioni di corpi e anime in acquerello
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Carlos León-Salazar: congiunzioni di corpi e anime in acquerello

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, ALL’INIZIO DELLA PAGINA. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO , OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995

Nella pagina: acquerelli erotici di Carlos León-Salazar

Carlos Leon 2

 

 

Nell’ambito dell’arte del nudo e dell’arte erotica contemporanea, Carlos León-Salazar, nato a Caracas nel 1968, è una straordinaria eccezione di qualità. Se, ad esempio, Rodin utilizzava l’acquerello dopo aver marcato e conchiuso le linee delle forme, per dare una parvenza di verità carnale ai propri disegni di nudo, Carlos León-Salazar lavora in modo straordinario la macchia, all’interno di una tecnica che si rivela particolarmente complessa e desueta, sotto il profilo espressivo. L’acquerello è sempre legato, negli ultimi due secoli, con prevalenza non esclusiva, all’idea di antichi paesaggi o alla pittura di fiori. E proprio l’artista di origine venezuelana dà sorprendente corpo a un medium così lieve, ectoplasmatico, che tanto piaceva ai rilievi di natura romantica, proiettandolo in una dimensione nuova.

 

 

 

Carlos Leon 1

 

“Sono un avvocato di professione, da sempre in relazione con le arti – L’arte mi accompagna sin dall’infanzia; è un modo per esprimere me stesso”. La mancanza di una coercitiva postura accademica, conferisce alle opere dell’artista, una straordinaria libertà tecnica, finalizzata non tanto a rispettare un canone,  quanto a superare ogni limitazione del medium, che risulta finalizzato ad esprimere con intensità. Intensità che, normalmente poco attiene all’acquerello. Eppure proprio da questo emerge la forza dell’artista: lavorare con ali di farfalla per produrre corpi concreti in movimento, nei quali l’alone cromatico, rafforza il dinamismo dei soggetti dipinti, conferendo ai suoi fogli – rispetto alla concretezza della carne evocata – la fusione tra corpo e anima.

Carlos Leon 03

 

 

carlos Leon 6

Carlos Leon 4

 

 

Carlos Leon 5

 

ACCEDI GRATUITAMENTE, CLICCANDO SUL LINK AZZURRO, ALLA NOSTRA RICCHISSIMA RACCOLTA DI STUDI E SAGGI DEDICATA AD ARTE ED EROS

foto 10

 

 

 

 

 

 

www.stilearte.it/category/arte-eros/

x

Ti potrebbe interessare

F. HAYEZ, I profughi di Parga, 1831, olio su tela, 201 x 290 cm, Brescia, Pinacoteca Tosio Martinengo

Vade retro, Romantico

a manzoni copertina

Marco Manzoni primo premio assoluto al Nocivelli 2016. L’intervista