Home / Il nudo nell’arte

Il nudo nell’arte

Eros, dolore, piacere e coscienza nei quadri iperrealisti di Saturno Buttò. Le altre opere

A disegno finito stendo il fondo, una prima stesura ad olio (piuttosto diluito) che ricrea il tono cromatico della scena evidenziando le zone chiare e scure. La terza fase è la stesura del colore definitivo, che applico a corpo e per velature successive a seconda di quanto si vuole indugiare sul dipinto. Una volta terminato uso della vernice da ritocco per uniformare le varie opacità e imperfezioni tipiche dell’olio”.

Leggi Articolo »

Kristian Burford, guardare nella carne. Gli allestimenti. Il video

Quando il vestito si apre e cade, la cultura scompare e appare la natura. Guardare, quello che sta sotto, quello che sta al di là. Quello che, per convenzione non può essere visto e osservato, se non catturando furtivamente l'immagine. Le donne sono splendide sculture. Gli allestimenti fotografici nascono, nella prima parte della carriera di Burford, come scenografie di un film di Visconti, che vengono poi fotografate con il personaggio. Successivamente, anche con l'entrata in contatto della geometrizzazione della cultura americana, l'artista, raggiunge l'essenziale ed elimina gli apparati decorativi di matrice inglese ed europea. Quando il vestito si apre e cade, la cultura scompare e appare la natura. Guardare, quello che sta sotto, quello che sta al di là. Quello che, per convenzione non può essere visto e osservato, se non catturando furtivamente l'immagine. Le donne sono splendide sculture. Gli allestimenti fotografici nascono, nella prima parte della carriera di Burford, come scenografie di un film di Visconti, che vengono poi fotografate con il personaggio. Successivamente, anche con l'entrata in contatto della geometrizzazione della cultura americana, l'artista, raggiunge l'essenziale ed elimina gli apparati decorativi di matrice inglese ed europea. Quando il vestito si apre e cade, la cultura scompare e appare la natura. Guardare, quello che sta sotto, quello che sta al di là. Quello che, per convenzione non può essere visto e osservato, se non catturando furtivamente l'immagine. Le donne sono splendide sculture. Gli allestimenti fotografici nascono, nella prima parte della carriera di Burford, come scenografie di un film di Visconti, che vengono poi fotografate con il personaggio. Successivamente, anche con l'entrata in contatto della geometrizzazione della cultura americana, l'artista, raggiunge l'essenziale ed elimina gli apparati decorativi di matrice inglese ed europea

Leggi Articolo »

Yolanda Dorda, quando la pittura arde pensieri di dolce fuoco. Le opere

Yolanda Dorda è un'ottima artista spagnola, che lavora con pennellate larghe e rapide, ottenendo notevoli effetti di composizione dell'immagine, sulla retina dello spettatore, a distanza. L'ampliamento del segno impressionista crea un notevole movimento di corpi e di luce nelle sue opere, anche grazie al coinvolgimento percettivo del fruitore che completa gli spazi mancanti, attraverso l'azione attiva della propria mente. Ciò produce un senso di pienezza e di piacere. Dorda non lavora soltanto alla pittura sensuale, anche se mostra una notevole specializzazione nella figura e nel nudo.

Leggi Articolo »

Marion Soyer, i meccanismi della nuda passione vibrano nel filo. Video

Passion simple (2013) esplora i meccanismi della passione, il punto più intenso di attrito del rapporto con l'altro e con se stessi. Attraverso la messa in scena del testo di Annie Ernaux gli acrobati attraversano tormenti e estasi in un dialogo tra parole e gesti, tra intimo e universale. I corpi sono alternativamente sublimati e strappati da un'assenza invasiva. L'interpretazione è di Marion Soyer, coreografa, danzatrice d'arte classica e acrobata francese

Leggi Articolo »

Pietro Annigoni, i nudi sensuali del “pittore delle regine”

Fu un artista amatissimo e, al tempo stesso, per il suo classicismo e realismo - nonché per la sua attività di ritrattista dei potenti del mondo - uno dei pittori fortemente osteggiati dalle neo-avanguardie. Accanto ai modelli dei volti e dei corpi, resi sempre con un linguaggio alto e un'analisi acuta, i suoi dipinti si rivelano immediatamente, sotto il profilo cromatico per il recupero del blu e del rosso antico - o pompeiano -. Pietro Annigoni (nato il 7 giugno 1910 a Milano e morto il 28 ottobre 1988 a Firenze ) si richiamò, alle tecniche rinascimentali. La sua fama mondiale è particolarmente legata ai ritratti della regina Elisabetta II (1955) (National Portrait Gallery, Londra ), di Papa Giovanni XXIII e dello Scià di Persia. In questa galleria di nudi vedremo citazioni a Giorgione-Tiziano a Rembrandt-Boldini e a Novecento. a annigoni la-bella-italiana

Leggi Articolo »

Nude e frammentate nello specchio, performance firmata Joan Jonas

Questa è un'intervista con l'artista Joan Jonas, che parla del suo pezzo di spettacolo Mirror Check, che ha allestito a 14 Rooms, la mostra Live Art durante Art Basel, organizzata da Fondation Beyeler, Art Basel e Theater Basel. Nel lavoro di Joan Joans, Mirror Check, la modella osserva e esamina il proprio corpo nudo con un piccolo specchio rotondo. Lo specchio simbolizza il tentativo di conoscenza di sé ma anche la frammentazione, perché riflette parti del corpo, senza poterlo restituire tutto

Leggi Articolo »

Body painting. Trovate ragazze senza veli che si mimetizzano nella natura. Video

Sara Paint utilizza notevoli capacità tecniche e una particolare sensibilità di percezione cromatica per creare molto suggestive opere di body painting, caratterizzate da un mimetismo davvero impressionante. I corpi nudi delle ragazze vengono perfettamente dipinti e collocati su un fondale, con effetto straniante. E' in notevole crescita, nell'ambito delle esplorazioni della pittura corporea, la ricerca condotta sugli adattamenti mimetici e sui tromp l'oeil

Leggi Articolo »

Egon Schiele erotico condannato per corruzione

Il diario dal carcere di Egon Schiele, che nell’aprile del 1912 fu incarcerato. L’autoricostruzione di un “crimine”: l''ospitalità data ad una giovinetta appena conosciuta. L’arrivo del padre di lei seguito a breve distanza da una visita della polizia. La candida dichiarazione relativa a disegni erotici che la (in)Giustizia trasforma in osceni. Schiele investiga su se stesso per capire i motivi della sua carcerazione. Di quei giorni interminabili durante i quali si rende conto di come il suo arresto non sia un malinteso.

Leggi Articolo »

La violenza sistemica. Gli arabi e le donne nella pittura orientalista

Lo scontro e il dialogo limitato; le incomprensioni e i travasi culturali. Il rapporto tra Occidente e mondo islamico sembra difficilmente conciliabile. Ma nonostante queste posizioni così distanti rispetto alla concezione della realtà- non possiamo nasconderci questo aspetto, assecondando sempre il "senso di colpa" dell'Occidente - sono culture che si attraggono magneticamente, fino al tentativo di una distruzione reciproca. Attrazioni fatali

Leggi Articolo »

Sapore di sale: bagni di sole, di vento e di piacere nella pittura tra Ottocento e Novecento

Quanto cambia nella pittura tra fine Ottocento e Novecento. E quanto il mondo è cambiato, in direzione di una libertà che rivelerà il suo lato drammatico, in direzione di un piacere di cui non bisogna più vergognarsi. Ciò che appare interessante è la progressiva trasformazione di ninfe e o compagne di Diana, in donne autentiche. L'acqua e la nudità femminile sono sempre state un ossessione per i maschi. Ma ora è declinata in modo nuovo. Quanta luce entra nelle fessure de corpo e quanta sabbia e quanta acqua. a Paul Emile Chabas (1869 – 1937, French) 5

Leggi Articolo »