Home / Il sesso nell’arte (pagina 37)

Il sesso nell’arte

Le opere pittoriche di Aslan, come seducevamo e facevamo l’amore negli anni 1960-1972

Aslan, o Alain Aslan, il cui vero nome è Alain Gourdon, fu un notissimo disegnatore, pittore e scultore francese, che, oltre a realizzare un numero infinito di copertine di romanzi, di ritratti di pin-up, interpretò, con grande intensità, l'erotismo negli anni del Boom (1960-1972) , attraverso le sue donne seducenti e pose erotiche ben diverse dalla cosiddetta postura del missionario, che era da sempre legata a una sessualità riproduttiva e che risultava l'unica moralmente lecita. L'artista diede pertanto forma a quella ribellione nascosta, borghese, parallela e pertanto non convergente, con l'erotismo esplosivo che avrebbe raggiunto l'acme con la rivoluzione studentesca del 1968.

Leggi Articolo »

Cosa significa Venere Callipigia? E perchè il lato di B di Kim Kardashian è mostruosamente mitico?

Oggi un'altra callipige cammina per le strade americane. E' Kim Kardashian, proprietaria del più ingombrante supporto semisferico che la natura possa concedere alle signore. Lei è piuttosto piccola - un metro e 59, misure: 86-66-99 - e ha misure imponenti, soprattutto nella parte inferiore del corpo. Fuori dai canoni classici, Kim ha sfruttato l'eccedenza di madrenatura diventanndo l'attrice con il sedere più guardato della storia. Guardato da chi -magari gli uomini - notano in esso il potenziamento smisurato di un richiamo sessuale o dalle donne che si interrogano sul rapporto, non sempre idilliaco, tra sé e quella parte del corpo. Nella foto anche Venere Callipige guarda. Invidiosa? Spaventata? Per esprimere poi il proprio dissenso?

Leggi Articolo »

Il tabù del colpo di vento: perchè Marylin surfava con la gonna? E le altre donne perchè sono spaventate?

La celeberrima immagine della Monroe, nel film "Quando la moglie è in vacanza", (1955) colpita dalla violenta aria proveniente dalla metropolitana, che usciva da una griglia del marciapiede, è una delle icone del Novecento. E non è soltanto perchè, come possiamo ritenere, quella donna mostrasse le sue gambe ben tornite, fino ad arrivare alla morbidezza della coscia. Marylin, grazie a un'interpretazione straordinaria, superò un'ossessione dell'educazione femminile di quegli anni: il colpo di vento che alza improvvisamente la gonna.

Leggi Articolo »

Una tavola erotica di Fameni Leporini. Cosa rappresenta? E cosa c’entra con la politica?

A prima vista, l'immagine, molto sensuale e intensa, e caratterizzata da una grande capacità di dominio dell'accurata descrizione anatomica e delle psicologie, sembrerebbe rappresentare una scuola di ballo nella quella irrompe un gruppo di ragazzi, disposti a tutto. Probabilmente l'equivoco percettivo della scuola di ballo, dotata di spalliere, fu pensato dal misterioso disegnatore Fameni Leporini (Parigi, 1888) per creare un'atmosfera di potenziata effrazione

Leggi Articolo »

“Amo l’arte esagerata”. Michetti, pittura e fotografia dell’eccesso accanto a D’Annunzio

“Tutta render non so nelle mie rime/ la maledetta simpatia che ispiri…/ma tu mi intenti, va’, matto sublime”. Maggio 1880: si conclude così un sonetto che Edmondo De Amicis dedica, sulle pagine del Piccolo di Napoli, ad un uomo di multiforme ingegno che, per quanto “nato pintore”, si espresse in innumerevoli “prove artistiche”, dalla scultura alla scenografia fino all’architettura ed alla fotografia, con le istantanee che divennero una sorta di studio preparatorio alla tele

Leggi Articolo »

L’ultimissimo video di Milo Moiré, corpo gioioso tra le acque. Depose uova colorate dal “grembo” e divenne famosa

"Fluid Ecstasy", il ritorno alle origini, è un artistico video di lavori subacquei di Peter Palm, che ha realizzato nell'isola di Mauritius con l'artista concettuale Milo Moiré. Ricco di una sessualità ingenua, edenica e infantile, cortometraggio rivela, prospettive surreali di grazia sul femminile. L'opera è uscita da poche ore e prosegue il percorso performativo della bellissima artista tedesca, ma di origine svizzera, che aveva stupito il mondo, inserendo nella vagina uova piene di acrilico, che poi partoriva, creando quadri con esplosioni colorate.

Leggi Articolo »

Papiro 55001, come facevamo l’amore ai tempi degli Antichi Egizi

E' il più ampio testo di illustrazione erotica dell'antichità egizia. E' contenuto nel papiro 55001, un fragilissimo documento che risale al 1150 prima della nascita di Cristo, quando in Egitto dominava la dinastia di Ramses e quando da noi la cultura era ancora piuttosto arretrata. Tanto per intenderci. Proprio in quegli anni sarebbe stata in corso la guerra di Troia, mentre in Sicilia sarebbe nata Trapani, probabilmente la più antica città d'Italia. Il papiro 55001 ci racconta invece di una cultura raffinata, al di là dal mare. Raffinata artisticamente e pure sessualmente.

Leggi Articolo »

L’ermafrodita e la suora: due dei piaceri del rivoluzionario francese disegnati per Mirabeau

Fu forse anche per queste violente ferite che gli erano state inferte dal destino, aggravate dal vaiolo, che Mirabeau scelse di contestare tutto e tutti, ostentando il proprio comportamento provocatorio. La connversione del conte al libertinaggio è raccontata nel libro firmato dallo stesso e illustrato da Devéria un ottimo pittore francese, particolarmente abile nella realizzazione di tavole erotiche L'opera è "Le libertin de qualité, ou ma conversione", dal quale sono state tratte incisioni colorate dallo stesso pittore.

Leggi Articolo »

Milo Moiré, ecco il video dello scandalo d’arte che ha portato all’arresto della performer a Parigi

Conclusa l'emergenza dell'arresto, per essersi presentata nuda non lontano dalla Tour Eiffel, tra turisti, mentre scattava selfie, l'artista svizzera, da anni trasferitasi in Germania, torna all'attacco con il video delle sue performance estive, tra la folla. Non c'è nulla d'osceno, nelle sue pose, nulla di forzato.E' la scioltezza di un nudo femminile, tra la gente. Nata nel 1983 in Svizzera, da una famiglia slovacco-spagnola, Milo Moiré si è laureata in psicologia, nel 2011, all’Università di Berna, dopo un percorso contrassegnato da una formazione artistica, con corsi che le avevano permesso di conseguire il diploma in disegno e pittura

Leggi Articolo »

Chi era davvero la ragazza con l’orecchino di perla di Vermeer

La fama del ritratto ha raggiunto a tal punto le proporzioni del mito che si è tentati di definire quest’opera, sempre misteriosa, di Vermeer la “Gioconda olandese”. La scheda, l'analisi, i passaggi di proprietà, la tecnica, l'impaginazione, i connotati psicologici, gli elementi di coinvolgimento emotivo dello spettatore, la biografia analitica di Vermeer e tutte le sue opere

Leggi Articolo »