Home / Imparare a dipingere il nudo

Imparare a dipingere il nudo

Quando le donne venivano messe all’asta. I quadri erotici, la paura araba

Maxime Du Camp, che aveva viaggiato estesamente nel Vicino Oriente, ha esaminato il dipinto al Salone parigino del 1867. Ha sostenuto di aver trovato gli elementi per riconoscere il mercato degli schiavi del Cairo e ha descritto il dipinto come "una scena sul posto". "La povera ragazza . ha scritto - è in piedi, sottomessa, umile, rassegnata, con una passività fatalistica che il pittore ha reso, con abilità, molto evidente"

Leggi Articolo »

Come si dipinge un nudo “alla prima”

Un esercizio importante, nell'ambito della pittura di figure o di nudo, è l'impostazione dei rapporti dimensionali. Nella pittura classica, con particolare riferimento ai modelli rinascimentali centro-italici, si lavorava al disegno, steso su un foglio, anche minuziosamente, che poi veniva riportato sulla tela. Esistono anche altre modalità, che caratterizzarono, ad esempio, la pittura veneta, nell'ambito delle quali si poteva agire alla prima, cioè direttamene sulla tela o sulla tavola, rinunciando al legame vincolante al disegno. Qui, nel filmato, vediamo un approccio diretto. Il pittore si limita a delineare gli ingombri, con un pennello intinto in un colore bruno. Poi. con la modella a lato, lavora sull'incarnato e sul lume.

Leggi Articolo »

Come disegnare un Rottweiler – Tutorial e significato simbolico

Cane da attacco, che si rivela incontenibile, se non viene adeguatamente educato o se - ancora peggio - viene allevato con il fine di acuire le sue già tendenziali caratteristiche genetiche improntate all'attacco, questo cane, che discende dai "cani dei macellai" tedeschi esprime, sotto il profilo simbolico del disegno, forza e aggressività, senza remissione. Esso è adatto a chi intende esprimere ribellione violenta. E' pertanto, come il lupo, il simbolo dei movimenti urbani alternativi.

Leggi Articolo »