Home / L’Italia vista dal drone

L’Italia vista dal drone

Con il drone sulla meraviglia delle terme libere e gratuite di Saturnia

Le Cascatelle sono uno degli scorci più caratteristici dell’intera maremma: qui l’acqua esce in superficie alla temperatura costante di 37,5°C, scorre per circa 500 metri (il ruscello del Gorello) e, in corrispondenza di un antico mulino, si getta da un dislivello formando una cascata. L’azione erosiva dell’acqua nel tempo ha scavato su più livelli una serie di vasche naturali, che conferiscono il caratteristico aspetto a gradoni di questa vera e propria oasi termale delle Terme Toscane a saturnia Note fin dai tempi degli antichi Romani, che per primi costruirono nella zona centri per l’uso terapeutico delle fonti saturnine, ormai la località del Mulino è conosciuta anche all’estero, infatti sempre più turisti stranieri giungono qui per godere dei benefici (in particolare a pelle, fegato e polmoni) di quest’acqua che già gli Etruschi consideravano “miracolosa”. Non ci sono orari per accedere alle terme libere e gratuite.

Leggi Articolo »

Il Canal Grande visto dal drone. Come i gabbiani. Video di 1 minuto e mezzo. Splendido

Il Canal Grande (per i veneziani anche Canalazzo) è il principale canale di Venezia. Lungo circa 3800 metri (larghezza dai 30 ai 70 m, profondità media 5 m), divide in due parti il centro storico tracciando una "S" rovesciata che va dall'innesto del Ponte della Libertà al Bacino di San Marco. a venezia satellite È affiancato per tutta la lunghezza da magnifici edifici, in gran parte dei secoli tra il XII e il XVIII, che manifestano il benessere e l'arte creati dalla Repubblica di Venezia, rendendolo uno dei simboli della città. Ogni anno i veneziani vi rivivono tradizioni secolari della Serenissima come la Regata Storica

Leggi Articolo »

L’Isola Bella come non l’avete mai vista. Drone a bassa quota. La storia, il video

Inserita nel gruppo delle isole Borrome, sul lago Maggiore, perchè di proprietà delle nobili famiglie alle quali appartenevano san Carlo e il cardinale Federico, l'Isola Bella si trova nel golfo dedicato all'insigne famiglia che ancora ne ha la proprietà, a circa 400 metri al largo di Stresa. Misura 320 metri di lunghezza e 180 di larghezza ed è in gran parte occupata dal giardino all'italiana del palazzo Borromeo, che occupa la costa nord-occidentale dell'isolotto. I Borromeo, il cui cognome originario era Vitaliani e provenivano dall'omonima località nel Padovano, ricevettero questa zona in feudo dai Visconti. Vitaliano I Borromeo fu il primo a concepire il progetto di un incredibile palazzo sull'isola Bella. Ma esso venne realizzato in seguito, soprattutto dal 1632: in quell'anno Carlo III Borromeo iniziò la costruzione di un grandioso palazzo dedicato alla moglie, Isabella D'Adda, affidando i lavori al progettista milanese Angelo Crivelli, al quale si deve anche la progettazione dell'impianto di base dei giardini. Di fatto , ogni generazione completò o consolidò lo splendido gioiello architettonico. a isola 

Leggi Articolo »

Vertigine blu. I faraglioni di Capri visti dal drone. E siamo all’altezza di Zeus. Il breve video

Il mare erose le rocce che stavano accanto e risparmiò, temporaneamente, questi straordinari pinnacoli che risultarono più coriacei. Li vedremo tra un attimo, mentre il drone si alza lievissimo, assumendo il punto di vista di Zeus. Dalla costa, ma sulla linea del mare, l'occhio dell'imperatore Augusto si compiaceva, dai giardini della propria villa, di queste mastodontiche sculture naturali. Siamo a sud-est dell'isola di Capri. Quelli che vediamo sono i faraglioni, cioè scogli rocciosi a picco che emergono dai flutti nei pressi della costa. Il termine non è specifico per i giganti di Capri, ma viene utilizzato, per analoghe formazioni, presenti, in forme più o meno diverse, nei mari del mondo. Il primo, che si presenta unito all'isola è il Faraglione di Terra o Saetta ed è alto 109 metri. Il secondo, proteso nel mare, è quello di Mezzo o Stella che svetta nel cielo per 81 metri e che presenta una cavità, una galleria naturale lunga 60 metri. Mentre il terzo, più avanzato, è il Faraglione di Fuori o Scopolo. Quest'ultimo - alto 104 metri - è molto noto poiché è l'unico habitat della meravigliosa lucertola azzurra

Leggi Articolo »

Sirmione dal drone. Pochi minuti di film da un punto di vista eccezionale

La visione dall'alto, con drone, facilita la lettura del tessuto storico urbanistico, nelle sue bellezze, ma pure negli eccessi che, nel passato, non furono contemperati. Sono i segni del Novecento cementizio che ha lasciato, anche a Sirmione, nei volumi e negli edifici, ciò che rimarrà di esso, al di la degli aspetti positivi generali, di un visione della natura da dominare. Il filmato rivela splendidamente che, nel medioevo, la penisola di Catullo, già probabilmente fratta, con elementi difensivi, montò quella che dal cielo appare come una splendida fibbia che raccorda in modo funzionale ed esteticamente perfetto la lingua di terra che viene dalla campagna all'"isola" anteriore sulla cui punta sorgeva la villa romana di Catullo e dei suoi discendenti, anch'essa ampliata a dismisura, rispetto al buen retiro del poeta. a sirmione 1

Leggi Articolo »

La meraviglia dei giochi d’acqua. Con un drone voliamo su villa Este a Tivoli. Breve filmato, la storia

Il giardino va per di più considerato nello straordinario contesto paesaggistico, artistico e storico di Tivoli, che presenta sia i resti prestigiosi di ville antiche come Villa Adriana, sia un territorio ricco di forre , caverne e cascate, simbolo di una guerra millenaria tra pietra e acque. Le imponenti costruzioni e le terrazze sopra terrazze fanno pensare ai Giardini pensili di Babilonia, una delle meraviglie del mondo antico, mentre l’adduzione delle acque, con un acquedotto e un traforo sotto la città, rievoca la sapienza ingegneresca dei romani. Il cardinale Ippolito II d’Este, dopo le delusioni per la mancata elezione pontificia, fece rivivere qui i fasti delle corti di Ferrara, Roma e Fointanebleau e rinascere la magnificenza di Villa Adriana. Governatore di Tivoli dal 1550, carezzò subito l’idea di realizzare un giardino nel pendio dirupato della “Valle gaudente”, ma soltanto dopo il 1560 si chiarì il programma architettonico e iconologico della Villa, ideato dal pittore-archeologo-architetto Pirro Ligorio e realizzato dall’architetto di corte Alberto Galvani. a tivoli

Leggi Articolo »

VALORE QUADRI E D’OGNI OGGETTO – Qui gratis valutazioni e stime, quotazioni, coefficienti

GRATIS - CLICCA SULLA FOTOGRAFIA PER ENTRARE NELLA NOSTRA PAGINA. QUESTO SERVIZIO UNICO OFFRE, SENZA SPESA ALCUNA, UN VADEMECUM PREZIOSO. IL LINK ALLE QUOTAZIONI DI MIGLIAIA DI QUADRI OD OGGETTI E, AL TEMPO STESSO, UN COLLEGAMENTO DI VALUTAZIONE DIRETTO E COMPLETAMENTE GRATUITO, SENZA ALCUNA SPESA ACCESSORIA, PER CHI, NON VOLENDO GIUNGERE ALL'AUTOVALUTAZIONE DEL PROPRIO OGGETTO, INTENDE CHIEDERE GRATUITAMENTE QUANTO VALE L'OPERA

Leggi Articolo »