Home / tecniche d’arte (pagina 3)

tecniche d’arte

I capolavori di cartapesta, come produrre cartapesta artistica

L’umile materiale si è prestato a lungo ad una produzione di altissimo profilo, che oggi è poco nota. Anche i più grandi artisti, da Donatello a Bernini, da Michelangelo a Beccafumi, ne riconobbero la praticità e le potenzialità espressive, utilizzandolo per le proprie opere. Il ruolo delle botteghe [caption id="attachment_36585" align="aligncenter" width="665"]Gianlorenzo Bernini, modello per Suor Maria Raggi, cartapesta dorata. La finitura della scultura con il colore permetteva di mascherare l’anima dimessa della materia sottostante Gianlorenzo Bernini, modello per Suor Maria Raggi, cartapesta dorata. La finitura della scultura con il colore permetteva di mascherare l’anima dimessa della materia sottostante[/caption]

Leggi Articolo »

Quadri-collage solo con pezze ritagliate dai Jeans. Le opere di Berry. Video

Riesce a creare quadri-collage, in monocromi contemporanei, con grande realismo, utilizzando ritagli di vecchi jeans. L'intensità diversa delle tinte e il lieve mutamento di tonalità che viene sia dalla fonte di produzione della stoffa che dal consumo creano infatti un'infinita varietà di toni che sono in grado di coprire la ricostruzione di ogni scenario. Denimu (Ian Berry), artista britannico, trasferitosi Svezia, crea opere d'arte utilizzando esclusivamente denim - cioè stoffa jeans - di scarto. Nel 2013, Denimu è stato indicato tra i "30 sotto 30" artisti influenti nel mondo.

Leggi Articolo »

Amy Friend, una splendida luce spirituale rianima le vecchie foto. Il video

E' una luce assoluta, che esce dalla stampa. Polvere di stelle, piccoli astri circolari che segnano vecchie fotografie, riportando allo sguardo istanti e persone che non ci sono più. Le fotografie della canadese Amy Friend sono dotate di una grande intensità. Nascono dalla revisione immagini ingiallite e appartengono a un ciclo al quale l'artista ha posto un titolo italiano: Dare alla luce

Leggi Articolo »

Cinthia Joyce, ritrattista dal vero. Come si svolge una seduta di scultura. Il video

Le piccole magie tecniche del realismo ispirano un'osservazione ammirata, anche tra chi non condivide queste scelte espressive. Cinthia Joyce, scultrice di Manhattan Beach, plasma il ritratto, con il soggetto a fronte. Una prova non facile, specie quando il volto - come quello della modella, è molto bello, ma si distacca dai canoni consueti. L'artista colloquia con la giovane donna, spiegandole i rapporti di distanza tra le diverse parti del volto, che caratterizzano l'identità

Leggi Articolo »

Che divertente, il pirografo! Malleabile e spettacolare. Per tutti. Video e offerte

Scrivere o disegnare sul legno con una punta calda è davvero molto divertente. In breve ci si accorge quanto è facile fare le ombre, scurire alcune parti del nostro lavoro decorativo, conferire rilievo al disegno. E' davvero sorprendente e appagante. Il legno si scurisce con il calore ma non brucia e le sfumature possibili sono davvero tante. Un tempo i rudimentali pirografi erano molto utilizzati per abbellire gli oggetti di legno della casa e spesso si procedeva anche con l'integrazione del colore. Oggi i pirografi elettrici sono molto precisi e sicuri. Per qualcuno potrebbe essere un hobby creativo per altri una forma d'arte, come avviene specialmente negli Stati uniti e in alcuni Paesi dell'Est europeo, dove esistono scuole che uniscono questi artigiani artisti e amanti del fai-da-te

Leggi Articolo »

Sculture e castelli di sabbia perfetti e forti. Trucchi, tecniche, tutorial

I segreti e le tecniche preparatorie per una delle arti più praticate d'estate da grandi e piccini. n poche semplici mosse sarà possibile, seguendo il video tutorial, ottenere una base di sabbia solida e compatta da scolpire senza rischi di crollo. E' necessario un tappetino da spiaggia e un nastro. Una volta arrotolato il tappetino e fissato con il nastro si va a riempire il cilindro cavo, ottenuto con sabbia bagnata. Il tutto viene compattato con un peso (basta anche solo mettersi in piedi sul cumulo di sabbia). La superficie di lavoro è così pronta a ricevere la creatività e l'estro dell'artista

Leggi Articolo »

Il trucco di Leonardo per disegnare paesaggi perfetti. Ecco come faceva

Negli scritti artistici di Leonardo da Vinci confluiti poi nel cosiddetto Trattato sulla pittura, un paragrafo si occupa della cosiddetta lucidatura dei paesaggi, che altro non è che il rilievo minuzioso di una veduta paesistica, fissata temporaneamente su un vetro e successivamente passata al foglio attraverso un disegno. Leonardo e ogni pittore non temevano l'utilizzo di elementi tecnici estranei alla pittura per giungere alla massima finalità del pittore stesso che, soprattutto grazie ai fiamminghi e all'arte italiana del Cinquecento, puntavano alla incisività dato dato reale. Per lucidare un vetro fissando su di esso l'immagine di un paesaggio si potevano, come consiglia a Leonardo, utilizzare il lapis o il pennello, tenendo il vetro a una certa distanza corrispondente ai tre quarti della lunghezza del braccio del pittore

Leggi Articolo »

Giovane Caravaggio, ecco i cento disegni ritrovati. E le ragioni della fondatezza della scoperta

E’ un’autentica rivoluzione del “sistema Merisi”, una delle maggiori, articolate scoperte nel campo della storia dell’arte e della cultura: cento disegni del giovane di Caravaggio, realizzati in Lombardia, - di cui ottantatre saranno ripresi più volte nelle opere dalla maturità - dieci ritratti inediti realizzati ad olio, un autografo biglietto di protesta, l’identificazione del volto di Costanza Sforza Colonna, la protettrice del pittore, un possibile autoritratto milanese dell’artista, i diversi esercizi compiuti dal giovane pittore per prepararsi al trasferimento romano.

Leggi Articolo »

Ekfrasis – Cosa significa. La rinascita dei quadri-fantasma

La maggior parte delle opere antiche descritte dagli antichi storici romani risultano perdute. Con il fine di recuperarle visivamente,alcuni artisti del Rinascimento, tra i quali Botticelli, applicarono l'ekfrasis, cioè la traduzione delle parole in immagini. Quelle antiche descrizioni permisero di riavvicinarsi ai capolavori perduti, a dipinti fantasma, facendoli rinascere. Nell'articolo, in pdf, un viaggio nella ricostruzione delle opere dei titani dell'antichità, recuperate dai grandi del Rinascimento

Leggi Articolo »

Perché le antiche scritte delle osterie e del Fascismo riemergono spesso dai muri delle case?

La scritta, a causa dei coloranti o delle vernici, restava più liscia e pertanto non assorbiva il colore, e, pur essendone coperta, se ne distaccava attraverso una sorta di patina plastica. Il dilavamento provocato dalla pioggia, la calcinazione subita con l’esposizione al sole delle parti superficiali della parte portano pertanto una perdita di materiale che si polverizza progressivamente, in piccole quantità. Il distacco di pittura è maggiore laddove – come in coincidenza con le scritte – la superficie del muro risulta più liscia, meno aggrappante.

Leggi Articolo »