Home / Aneddoti sull'arte / C’è una guardia all’uscio: i fermaporte dipinti da grandi artisti
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

C’è una guardia all’uscio: i fermaporte dipinti da grandi artisti


In alto: Jacques Linard, Ritratto di fanciulla con cesto colmo di rose e mazzolino di fiori, 1625 circa. La sagoma arredava le stanze del Louvre abitate da Enrichetta Maria di Francia, figlia di Enrico IV e Maria de Medici nonché sposa di Carlo I

Jacques Linard, Ritratto di fanciulla con cesto colmo di rose e mazzolino
di fiori, 1625 circa. La sagoma arredava le stanze del Louvre abitate da Enrichetta Maria di Francia, figlia di Enrico IV e Maria de Medici nonché sposa di Carlo I

 

 
Con la loro garbata e discreta presenza tenevano compagnia ai padroni di casa, mitigando i momenti di malinconica solitudine e, all’occorrenza, dilettavano gli ospiti, in campi scenografici aperti, modellati dall’architettura. Si tratta delle sagome di uomini, donne, o addirittura animali, eseguite da rinomati pittori seicenteschi per le dimore dei committenti più agiati. Originaria delle Fiandre e dei Paesi Bassi, nei primi decenni del XVII secolo, la moda di questa curiosa e stravagante pittura a trompe-l’oeil si diffuse presto in Francia e Inghilterra, riscuotendo un significativo successo.



Illusionistici ritratti su tavola, le sagome servivano di solito ad introdurre nello spazio abitativo le realistiche rappresentazioni di persone assenti o defunte, di personaggi fittizi o letterari, protagonisti di favole o leggende. Raro per l’eccezionale qualità pittorica, le dimensioni e il perfetto stato di conservazione, il Ritratto di fanciulla con cesto colmo di rose e mazzolino di fiori è stato posto in relazione all’ambito dell’artista francese Jacques Linard (1597-1645), valet de chambre di Luigi XIII, e datato 1625. La meticolosa stesura degli incarnati e dei tratti del viso, l’attenzione prestata ai merletti e alle ombre, oltre che alla foggia della veste, della cuffia e del grembiule ma, soprattutto, il bellissimo cesto di rose rosa e rosse e il mazzolino di garofani e fiori di campo, riportano infatti al raffinato stile di Linard, specialista di nature morte e di pittura floreale. Difficile individuare l’identità di questa fanciulla, “tanto ben fatta che gabbava quasi la gente”, come la descrisse nel suo diario del Viaggio di Francia Cassiano del Pozzo, “coppiere” e segretario del cardinale Francesco Barberini, che aveva avuto modo di osservarla nel maggio del 1625 in occasione di una visita nelle stanze occupate da Enrichetta Maria di Francia al Louvre. Forse la sagoma ritrae una damigella di corte particolarmente cara alla sposa di Carlo I d’Inghilterra – non era infrequente, infatti, che le regine custodissero le effigi delle ancelle cui erano legate -, ma non si può escludere che si tratti di un personaggio di fantasia. Quel che è certo è lo stupore suscitato da siffatta opera nei visitatori, ai quali sembrava di scorgere, a prima vista, una persona reale. La moda delle sagome non si esaurisce in breve tempo, ma permane anche nei secoli successivi, come attesta l’attività di Angelo Inganni (1807-1880). La Brianzola e l’Ussaro, realizzati verosimilmente tra il 1830 e il 1840, costituiscono gli unici esempi rimasti di una produzione che non dovette essere sporadica nell’artista lombardo, come nella seconda moglie Amanzia e nel fratello Francesco. Destinate ad un collezionismo sofisticato, queste due figure, emblematiche del mondo pittorico di Inganni, diviso fra i temi popolari e la raffigurazione dei costumi urbani, erano destinate ad una delle famiglie più note della Milano risorgimentale, quella di Gian Giacomo Bolognini Attendolo Sforza, come confermano le epigrafi sul retro.

Angelo Inganni, Ussaro, 1830-40 circa. Il dipinto aveva la funzione di stupire e forse intimidire il visitatore del nobile palazzo in cui era collocato, grazie alla sua estrema verità

Angelo Inganni, Ussaro, 1830-40 circa. Il dipinto aveva la funzione di stupire e forse intimidire il visitatore del nobile palazzo in cui era collocato, grazie alla sua estrema verità



L’Ussaro, dall’espressione risoluta e decisa, veste la tipica uniforme e regge un fucile; la Brianzola, invece, morbida e sinuosa, volta le spalle all’osservatore, concedendogli solo il delicato profilo sinistro. Pregevoli l’attenzione ai dettagli, come le frange dello scialle, l’acconciatura e la consistenza dei tessuti, e il sapiente uso dei colori e della luce, che delinea ombre illusionistiche. A segnalare questo particolare versante dell’attività di Inganni, intorno alla prima metà del Novecento, Giorgio Nicodemi, sulla base di conoscenze di materiali oggi a noi non più noti. Egli, facendoci supporre che dovette trattarsi di una produzione consistente e variegata, rammenta di aver appreso “strane prodezze pittoriche dell’Inganni e della sua seconda moglie”, che si erano adattati a “dipingere soldati solenni su sagome di legno per fermare le porte”: dunque, una modaeccentrica e funzionale al tempo stesso. Anche Francesco, come il più conosciuto fratello, era dedito alla realizzazione di sagome.


Il Tacchino – eseguito dall’“Inganni bestial”, così chiamato per aver dipinto nel corso della sua carriera quasi esclusivamente animali – risulta, fino ad oggi, l’unica testimonianza di un’opera su tavola sagomata; effigiato a grandezza naturale, l’animale da cortile ha uno sguardo minaccioso e fa la ruota. Con ogni probabilità era utilizzato dai committenti come fermaporta, certo meno raffinato e più inquietante delle sagome considerate in precedenza.



PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, POCO PIU’ SOTTO NELLA PAGINA, ALLA TUA DESTRA DOVE C’E LA FRASE “SEGUICI SU FACEBOOK”. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO , OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995

COME VENDERE ON LINE QUALSIASI OGGETTO
CON LE ASTE DI CATAWIKI.
QUI I LINK. Gratis qui
ANCHE STIME E VALUTAZIONI.
ISCRIVITI GRATUITAMENTE ORA
E SENZA ALCUN IMPEGNO.
VENDI O CHIEDI AIUTO QUANDO VUOI

Le nostre case sono piene di oggetti di un certo valore, che non ci servono più. E spesso non ci rendiamo conto che abbiamo risorse a disposizione e che quello che a noi non serve più può avere un valore per gli altri

Le nostre case sono piene di oggetti di un certo valore, che non ci servono più. E spesso non ci rendiamo conto che abbiamo risorse a disposizione e che quello che a noi non serve più può avere un valore per gli altri

Vendi i tuoi oggetti con Catawiki: Clicca qui

Sapevi che alcune delle più grandi aste di arte online in Europa sono ospitate da Catawiki? Dalla prima asta nel 2011, il sito d’aste online Catawiki è cresciuto in maniera straordinaria, con aste settimanali in oltre 80 categorie, incluse 50 aste di arte che spaziano dall’arte classica a quella moderna. Il tratto distintivo di Catawiki è il team di esperti che valuta ogni lotto per qualità e autenticità, al fine di fornire al pubblico aste di altissimo livello. Inoltre, Catawiki agisce da intermediario tra acquirenti e venditori, offrendo transazioni sicure per tutti.

Con Catawiki metti all’asta monete, quadri, oggetti di antiquariato, vintage, con un semplice click: dai un’occhiata qui

a catawiki 2

I venditori sottopongono i loro oggetti all’analisi degli esperti, che poi li approvano e pianificano il loro inserimento in una successiva asta. Da qui inizia il divertimento. Le aste vengono visitate da milioni di potenziali acquirenti da tutto il mondo.Al fine di garantire la validità di tutte le operazioni, a garanzia assoluta dell’utente, le aste sono supervisionate da un notaio indipendente, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la garanzia notarile non ha alcun costo per l’utente.

Valutazione gratuita quadri e oggetti / Come vendere  e guadagnare da casa / Fare gli artisti e guadagnare si può

1- VALORE QUADRI E D'OGNI OGGETTO - Qui gratis valutazioni e stime, quotazioni, coefficienti INIZIA LA STIMA GRATUITA
Servono un paio di foto - fatte anche con il telefonino - del quadro o dell'oggetto da collezionismo o vintage da valutare gratuitamente, perché in questo modo ci sarà possibile fornire una stima reale dell'opera o dell'oggetto, in quanto le quotazioni differiscono nell'ambito della produzione dello stesso autore o manifattura e la valutazione è sempre commisurata alla qualità dell'opera od oggetto e a tutti i precedenti d'asta, su opere delle stesse dimensioni, se esistono. I borsini o preziari mostrano infatti grandi limiti nell'arte e nel collezionismo. Se infatti funzionano discretamente per le automobili - che sono infinite repliche - non possono essere automaticamente applicati a un pezzo d'arte o di collezionismo. Le stime che ti offriamo gratuitamente -  in una sinergia Stile Arte-Catawiki - tengono conto dell'insieme di più fattori e possono riguardare quadri od oggetti di collezionismo di ogni provincia o di ogni area. Chi meno se ne intende - e facciamo l'esempio dell'arte - potrà sapere se quello che ha è una stampa o un'oleografia o un dipinto. Potrà conoscerne l'epoca, la qualità e ricevere una stima economica gratuita
 
 

cliccare sul bottone arancione, qui sotto, per inviare le foto

TUTTO AVVIENE ON LINE. SENZA DOVER PARLARE CON NESSUNO. CLICCARE SUL LINK GRATUITO ARANCIONE  QUI SOTTO, PER MANDARE FOTO E DESCRIZIONE OGGETTO PER LA STIMA GRATUITA E INFORMALE. PUOI COSI' CHIEDERE UN SEMPLICE PARERE sul valore di mercato dell'oggetto. E' dal 1995 che forniamo gratuitamente stime.
CLICCANDO TI SI APRIRA' UNA SCHEDA in cui dovrai mettere foto - è semplice come caricare un'immagine su Facebook - e indicare le dimensioni dell'oggetto

 

2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Giovani donne, fiori, giardini, bambini. I quadri di Courtney Curran. Il video

Beth Moon, le fotografie degli alberi monumentali più vecchi del mondo. Il video