Home / Gli animali nell'arte / Chi era il pittore dei gatti, autore del noto manifesto dello Chat noire?
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Chi era il pittore dei gatti, autore del noto manifesto dello Chat noire?


T.A.STEINLEN, Tournée di Chat Noir, 1896, litografia a colori, 40 x 62 cm, Amsterdam, Museo Van Gogh

T.A.STEINLEN, Tournée di Chat Noir, 1896, litografia a colori, 40 x 62 cm, Amsterdam, Museo Van Gogh

Chi non ricorda “Tournée du Chat Noir”, uno dei più celebri manifesti dell’Ottocento dedicato all’omonimo café parigino, vittima d tante intimidazioni? Forse meno noto, ai più, è il nome dell’autore di questa amatissima affiche. Si tratta di Theophile Alexandre Steinlen (1859-1923), di origine svizzera, ma trasferitosi nella capitale francese appena ventenne.

Egli divenne uno degli artisti bohemien di Montmartre e un frequentatore assiduo dei numerosi café parigini, e ciò gli permise di conoscere e frequentare molti artisti e scrittori del tempo, tra i quali Émile Zola. Fu ben presto collaboratore di una cinquantina di riviste, alcune da lui stesso fondate e dirette. Tra le altre non possiamo non citare “Le Chat Noir” e “Gil Blas”. Grazie alla sua grandissima abilità di farsi interprete delle difficoltà della società operaia, nonché cronista delle atmosfere dei bar e degli scorci della Parigi popolare raggiunse, al tempo un grandissimo successo. Ma già allora era poco conosciuto come pittore, mentre era ricercatissimo per le illustrazioni, molte delle quali vennero dedicate ad uno dei suoi soggetti più amati: i gatti. E dunque il cerchio si chiude: nel 1883 visitò per la prima volta “ Le Chat Noir” e l’anno seguente diede vita all’illustrazione per la rivista anonima. Fu poi nel corso degli anni Novanta che realizzò alcune versioni per il manifesto del café. Manifesto che ancora oggi riscuote un indiscusso successo. Più del suo autore.

NEI VIDEO VIAGGIO TRA LE OPERE di Theophile Alexandre Steinlen, il pittore dei gatti

 


x

Ti potrebbe interessare

a merda

Perchè non ci facciamo un regalo dadaista? A 6 euro la Merda di Natale (che non offende nessuno)

piccinini

Nulla è “Ovvio” sotto questo sole. Giovanna Piccinini orienta il nostro guardo verso ciò che non vediamo più