Home / Corso di pittura on line gratis / Come si dipinge lo splendore del cielo stellato
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Come si dipinge lo splendore del cielo stellato


stelle

Specie durante le notti d’estate, al mare o in montagna, mentre magari scrutiamo gli spazi superiori alla ricerca di qualche stella cadente che screzi il cielo e le nostre speranze, siamo presi dal desiderio di fotografare quell’immensità pulsante o di trasfonderla in un nostro dipinto. Niente, all’apparenza, di più difficile.

Molto spesso le fotografie non dicono nulla oppure rivelano particolari astronomici che il nostro occhio non vede. No. Noi vogliamo la notte stellata con quel rapporto di calore tra l’osservatore e la  freddezza salina che sta nel cielo. Solo la pittura o la fotografia ritoccata possono darci quella sensazione. Come ben ricordiamo, Van Gogh, nella sua notte stellata, ci ha dato un saggio di resa personale della percezione del cielo magico di Arles, sormontato da galassie in rotazione.Una percezione rafforzata e resa in amplificazione.

 

Ma ora vediamo i colori e le tecniche da utilizzare per raggiunge la composizione di una notte stellata-base, sulla quale poi potremo lavorare per le nostre soluzioni personali. Affinchè le velature chiare del cielo non si mischino con il blu-nero degli strati inferiori, annullando la possibilità di qualsiasi effetto luminoso, la tela va preparata prima, dipingendola di un blu notte (blu più nero più un pizzico di marrone). Una volta asciutto il colore procediamo per velature – cioè stesura di colori diluiti e collocati su fondo asciutto – La magia della notte viene da questi veli luminosi. Nel video vedremo  un giallo chiarissimo a ridosso degli alberi e delle rocce, che sale verso l’azzurrino.  Poi un color aragosta, che viene espanso sulla sinistra fino a quasi a disperderlo. Attenzione alle stelle. Per ottenere quel bianco magico non prendete il bianco dal tubetto e non buttatelo direttamente sulla tela.Stemperatelo sulla tavolozza, aggiungendo un pizzico di azzurro.

 

PER IDEE, RIPASSI, PER IMPARARE O RIMEDITARE ATTORNO ALLE TECNICHE DI PITTURA, ENTRA E SCARICA GRATUITAMENTE IL NOSTRO INNOVATIVO ED EFFICACISSIMO CORSO DI PITTURA ON LINE. QUI SOTTO, IN DONO. CLICCA SULLA RIGA, SALVA, ANCHE SU FB. IL MANUELA SI AGGIORNERA’ AUTOMATICAMENTE CON LE NUOVE LEZIONI, SEMPRE GRATUITAMENTE

 www.stilearte.it/corso-di-pittura-on-line-gratis-qui-il-manuale-di-tecniche-idee-e-aggiornamenti/

 



x

Ti potrebbe interessare

F. HAYEZ, I profughi di Parga, 1831, olio su tela, 201 x 290 cm, Brescia, Pinacoteca Tosio Martinengo

Vade retro, Romantico

a manzoni copertina

Marco Manzoni primo premio assoluto al Nocivelli 2016. L’intervista