Home / Corso di pittura on line gratis / Come si dipingono figure lontane, cosa sono le macchiette nella pittura
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Come si dipingono figure lontane, cosa sono le macchiette nella pittura

corot quadro

Il rettangolo dal perimetro rosso, che appare nel lato superiore della fotografia, qui sopra, indica il punto che poi vediamo, accanto, ingrandito

 

corot macchiette


Le piccole figure, colte alla distanza, vengono definite macchiette. La delineazione del personaggi è molto sommaria – realizzata, appunto, attraverso macchie cromatiche – e viene sfocata dall’artista – questa è un’opera di Corot – che non conchiude le silhouette, ma lascia che il colore esca dal bordo degli abiti. Questa tecnica consente di ottenere la sfocatura delle figure distanti, percepite così dal nostro anche a causa della presenza di umidità – già identificata da Leonardo da Vinci e oggetto di sue numerose annotazioni sulla modalità di rendere gli oggetti alla distanza -. Lo stesso Leonardo, nel suo trattato dedicato alla pittura, aveva affermato poi che i volti di persone lontane appaiono scuri. Corot interviene con un sommario colpo di luce, con colore grigio-bianco-azzurro, a livello delle camicie chiare di due contadini, per rilevarne lievemente le figure dal fondale. Poi sfuma il fondale con una pennellata di colore quasi asciutto, d’ocra chiara mista a verde.

x

Ti potrebbe interessare

velata 2

Sai come e perchè i grandi pittori hanno ingannato lo spettatore?

La craquelure della Gioconda di Leonardo da Vinci

Cosa sono cretto e craquelure nei quadri. Come prevenirli, come li realizzano nei falsi