Home / News / Cos’è Woodstock? Significato e immagini di un mito del Novecento
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Cos’è Woodstock? Significato e immagini di un mito del Novecento

Il festival di Woodstock si svolse a Bethel, una località rurale nello stato di New York – in una proprietà agricola, dotata di un laghetto – dal 15 al 18 agosto del 1969, all’apice della diffusione della cultura hippie. Vi ci si riferisce spesso con l’espressione Days of Peace & Rock Music, “tre giorni di pace e musica rock”. Dire Woodstock significa parlare di una pacifica rivolta giovanile caratterizzata dalla musica, dal sesso, dalle droghe che avrebbe influenzato profondamente l’Occidente.
Il nome del festival ha origine dalla vicina città di Woodstock, nella contea di Ulster, conosciuta per le sue attività artistiche (vi si organizzano festival d’arte) e fu l’ultima grande manifestazione del movimento hippie che da allora si diffuse peraltro sempre più fuori dagli Stati Uniti, dove era nato.
L’origine della parola “hippy” deriva da “vita bassa”, che è stato coniato da Harry Gibson nel 1940 in una canzone dal titolo “Harry l’Hipster” (come Harry riferiva a se stesso). Hipsters erano beatnik che si erano trasferiti nel Greenwich Village di New York City. Beatniks erano seguaci del movimento Beat Generation letteraria che attraverso i loro scritti, promosso atteggiamenti anticonformisti.

L’evento fu organizzato sotto un profilo commerciale – una serie di concerti di Janis Joplin, Joe Cocker, Santana, Joan Baez e Jimi Hendrix – e successivamente assunse la connotazione di moto di massa di pacifica rivolta dei figli dei fiori nei confronti della società occidentale. Il pubblico dilagò nell’area della fattoria. Si ritiene che si siano concentrate più di 500.000 persone.

186.000 biglietti sono stati venduti. Quando la situazione fu ingestibile. già dal venerdì, gli organizzatori resero l’evento libero a tutti.

Il tempo era piovoso e il campo si riempì di fango, ma ciò non costituì un problema

I giovani degli anni ’60 cominciarono a essere chiamati Woodstock Nation.

I musicisti suonarono brani con temi pacifisti, contrari alla guerra del Vietnam.

L’autostrada è diventata un parcheggio. Migliaia di persone hanno abbandonato la loro auto. Gli artisti dovettero essere trasportati in elicottero per poter raggiungere il palco.

Nonostante il gran numero di persone, a Woodstock non furono segnalati casi di violenza

Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Le dominatrici mondiali della pittura. Debora Hirsch racconta le sue opere

5 cose da sapere su Perugino