Home / L'amore nell'arte / Cot. L’amore delle nostre primavere lontane. Quando la gioia era dolore. E non sapevamo che fosse amore
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Cot. L’amore delle nostre primavere lontane. Quando la gioia era dolore. E non sapevamo che fosse amore

a amore

Metropolitan Museum of arts
Artist:Pierre-Auguste Cot (French, Bédarieux 1837–1883 Paris)
Date:1873
Medium:Oil on canvas
Dimensions:84 x 50 in. (213.4 x 127 cm)
Classification:Paintings
Credit Line:Gift of Steven and Alexandra Cohen, 2012
Accession Number:2012.575

E’ lo splendore e la dolcezza del sentimento che ci abbagliano in questo quadro. Sentimenti e sensazioni troppo facili; pittura troppo analitica. Dettagli eccessivi; liscia come uno smalto. Da poster, diremmo noi oggi. Insopportabile e scontata, argomentavano i giovani impressionisti di fronte alla pittura di questi pompiers, tromboni, di dipinti accademici. E questa opera dimostra cosa significa pittura pompier. Un’arte civettuola, che cerca di sedurre lo spettatore, che lavora sul sentimento di chi guarda, che si presenta attraverso una finzione e una riproduzione perfette di una realtà edulcorata dal sentimento e una tecnica ineccepibile. Questo quadro, poi venne esposto al Salon nel 1873, l’anno precedente alla prima mostra impressionista. Esporre al Salon significava appendere il proprio quadro in uno spazio prestigioso riconosciuto dallo stato – e vendere e ricevere commissioni -; mentre tanti altri pittori venivano rifiutati. Ecco quindi, in modo chiaro a cosa i pittori dell’impressionismo si opponevano nell’ambito alla produzione a loro contemporanea. Comunque siano le antiche polemiche o i moderni valori storici attribuiti alle svolte nel campo della storia dell’arte, non potremo mai eliminare questa scenetta. Per la delicatezza, per la perfezione tecnica. Non aggiungerà nulla a quanto è stato già visto, ma è un piccolo ristoro psicologico. Ci riporta ai tempi della nostra infanzia o prima adolescenza quando vaghi si presentavano i sintomi dell’amore; ed era impossibile distinguerli da un dolore sordo e incomprensibile.

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, POCO PIU’ SOTTO NELLA PAGINA, ALLA TUA DESTRA DOVE C’E LA FRASE “SEGUICI SU FACEBOOK”. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO , OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995

COME VENDERE ON LINE QUALSIASI OGGETTO
CON LE ASTE DI CATAWIKI. QUI I LINK.
ISCRIVITI GRATUITAMENTE ORA
E SENZA ALCUN IMPEGNO.
VENDI QUANDO VUOI

Le nostre case sono piene di oggetti di un certo valore, che non ci servono più. E spesso non ci rendiamo conto che abbiamo risorse a disposizione e che quello che a noi non serve più può avere un valore per gli altri

Le nostre case sono piene di oggetti di un certo valore, che non ci servono più. E spesso non ci rendiamo conto che abbiamo risorse a disposizione e che quello che a noi non serve più può avere un valore per gli altri

Vendi i tuoi oggetti con Catawiki: Clicca qui

Sapevi che alcune delle più grandi aste di arte online in Europa sono ospitate da Catawiki? Dalla prima asta nel 2011, il sito d’aste online Catawiki è cresciuto in maniera straordinaria, con aste settimanali in oltre 80 categorie, incluse 50 aste di arte che spaziano dall’arte classica a quella moderna. Il tratto distintivo di Catawiki è il team di esperti che valuta ogni lotto per qualità e autenticità, al fine di fornire al pubblico aste di altissimo livello. Inoltre, Catawiki agisce da intermediario tra acquirenti e venditori, offrendo transazioni sicure per tutti.

Con Catawiki metti all’asta monete, quadri, oggetti di antiquariato, vintage, con un semplice click: dai un’occhiata qui

a catawiki 2

I venditori sottopongono i loro oggetti all’analisi degli esperti, che poi li approvano e pianificano il loro inserimento in una successiva asta. Da qui inizia il divertimento. Le aste vengono visitate da milioni di potenziali acquirenti da tutto il mondo.

Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Le dominatrici mondiali della pittura. Debora Hirsch racconta le sue opere

5 cose da sapere su Perugino