Home / Mostre in Italia / Da Tiepolo a Carrà: 23 capolavori da tutta Italia in mostra a Milano
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

FCIP 0051ape

Da Tiepolo a Carrà: 23 capolavori da tutta Italia in mostra a Milano

Da Tiepolo a Carrà:
a Milano 23 capolavori da tutta Italia
Dal 24 ottobre al 18 gennaio,

Gallerie d’Italia – Piazza Scala
Piazza della Scala, 6
20121 Milano

ORARI
Da martedì a domenica dalle 9.30 alle 19.30 (ultimo ingresso 18.30)
Giovedì dalle 9.30 alle 22.30 (ultimo ingresso 21.30)
Lunedì chiuso

Le Gallerie di Piazza Scala saranno regolarmente aperte nei giorni 1 novembre, 8 dicembre, 26 dicembre 2014 e 6 gennaio 2015; chiuderanno anticipatamente alle ore 16.00 il giorno 7 dicembre 2014; resteranno chiuse nei giorni 12 settembre, 24 e 25 dicembre, 31 dicembre 2014 e 1 gennaio 2015.

Ingresso gratuito

Audioguida gratuita in italiano, inglese, francese, spagnolo, tedesco, arabo, cinese, giapponese, russo

Prenotazione consigliata per gruppi e scuole

INFO
numero verde 800.167619
info@gallerieditalia.com

Dal 24 ottobre, e fino al 18 gennaio, le Gallerie d’Italia – Piazza Scala ospiteranno la tappa milanese della mostra itinerante R’accolte, un percorso per far conoscere al grande pubblico le prestigiose collezioni artistiche delle Fondazioni di origine bancaria: Fondazione Cariplo è in questa occasione la promotrice, ma aderiscono anche le fondazioni di FERRARA, FIRENZE, FORLI, GORIZIA, LUCCA, MACERATA e VENEZIA che hanno messo a disposizione pezzi normalmente non visibili al pubblico.
Dopo la prima tappa, a Bologna, nel 2012, con la mostra ‘Il Barocco Emiliano’ , le R’accolte arrivano a Milano con “Da Tiepolo a Carrà: i grandi temi della vita nelle collezioni delle Fondazioni”, una rassegna unica nel suo genere; 23 capolavori selezionati dal curatore, Fernando Mazzocca, tra le numerose opere delle collezioni d’arte delle otto Fondazioni. Dalle meravigliose tele ‘Cacciatore a cavallo e Cacciatore con cervo’ del giovane Tiepolo(custodite nella sede di Fondazione Cariplo in via Manin a Milano), alla Madre e Figlio di Carlo Carrà ( collezione Fondazione di Macerata); passando attraverso gli splendidi ritratti di Pompeo Batoni, (collezione Fondazione Lucca), François-Giullaume Ménageot (collezione Fondazione Ferrara), Pietro Annigoni (Collezione Firenze), il capolavoro di Cagnaccio Di San Pietro ‘L’Alzana’ (Fondazione di Venezia) e i dipinti a tema mitologico e storico, ‘Venere con amorini (Fondazione Forlì) e il ‘Commiato di Socrate dalla moglie Santippe (Fondazione Gorizia)
Le 23 opere d’arte saranno ospitate nelle sale VII e VIII delle Gallerie d’Italia – Piazza Scala, e consentiranno ai visitatori di realizzare un itinerario nel tempo, nei luoghi (rappresentati dalla provenienza delle opere delle diverse fondazioni) e soprattutto attraverso i valori della vita: un appassionante e suggestivo viaggio in tre secoli di pittura italiana – Seicento, Settecento e Novecento – dove le diverse soste sono rappresentazioni di temi universali, come la vita e la morte, la famiglia, l’amore, la maternità e il lavoro. Temi universali visti attraverso la pittura, stili e autori anche molto diversi tra loro. Temi su cui l’arte ci invita a riflettere, davanti ad un dipinto che racchiude l’ispirazione nata da un sentimento.

La mostra non si esaurisce dunque negli spazi espositivi delle Gallerie d’Italia. Il percorso espositivo si potrà ammirare e approfondire v sul rinnovato sito Artgate di Fondazione Cariplo (www.artgate-cariplo.it #artgate), in una sezione dedicata . Il sito Artgate, dedicato alla raccolta d’arte di Fondazione, è il luogo virtuale che svela al grande pubblico la bellezza di oltre novecento opere di significativo pregio storico e artistico, comprendenti dipinti, sculture e arredi tra il I sec. A.C. e la seconda metà del XX secolo.

x

Ti potrebbe interessare

piccinini

Nulla è “Ovvio” sotto questo sole. Giovanna Piccinini orienta il nostro guardo verso ciò che non vediamo più

F. HAYEZ, I profughi di Parga, 1831, olio su tela, 201 x 290 cm, Brescia, Pinacoteca Tosio Martinengo

Vade retro, Romantico