Home / News / Daniele Miola
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Daniele Miola

D marmo bianco di Carrara, 76x40x36 2

D marmo bianco di Carrara, 76x40x36 particolare

D marmo bianco di Carrara, 76x40x36

Autore: Daniele Miola

Titolo opera: D

Anno: 2011 

Tecnica e materiali: scultura su marmo – marmo bianco di Carrara

Misura: cm 76x40x36

Nota esplicativa: Le sue opere vogliono rappresentare il rapporto più profondo con la natura e la terra e esprime questo connubio attraverso l’esaltazione dell’essenza più pura della femminilità, il momento di massimo splendore dell’essenza umana un corpo fertile pronto a creare una nuova vita, puro riferimento alle venere votive e la dea mater dell’era primordiale, dove la figura femminile diventa un vero e proprio “feticcio” venerata e temuta. L’esigenza è quella di creare una rivisitazione di quelle che sono le “icone ” presenti nel contemporaneo, dove tutto diventa simbolo e suscita stereotipi, ridare in un certo senso il vero valore alle cose. Una figura femminile svuotata quasi a voler diventare uno scudo o meglio una seconda pelle da poter essere indossata, dove l’importanza della materia (marmo) assume una nuova leggerezza data delle curve morbide e sinuose del corpo gravido, seni prosperi e ventre creano l’immagine “iconografica” della creazione.

 

Biografia

Nato a Torino nel 1975, vive e lavora a Torino. Si forma all’Accademia Albertina di Torino e alla Reale Accademia di Madrid. Nel 2002 conclude il percorso di studi a pieni voti con lode e successivamente prende anche una laurea specialistica in Lavorazione del Marmo e pietre dure. Inizia la sua ricerca artistica già dal 1996 con la prima esperienza nei simposi di scultura su marmo, esperienza che continua a perseguire con numerose partecipazioni a simposi Nazionali e Internazionali. Dal 1995 al 2014 – Partecipa a Simposio di Scultura e collettive e personali presso numerose città Italiane 2003 / 2012 – Vince numerose concorsi tra cui, il Concorso Nazionale del Politecnico di Milano e il Centro per la Cultura Ossola, il Concorso ” Giorgio la Pira , Firenze ( FI), BONDARTE 2005 Biella Partecipa all’Atelier di Scultura Viù , a cura di Dott. Alfonso Panzetta. 2006/2011 – Lavora per le sculture del set del film per l’anniversario di Soldano Partecipare con le opere alla scenografia di produzioni Torinesi e ai Film di Sergio Rubini e Soldini 2012 Partecipa con N. Biondo HOP.E Arte Collettiva , organizzato dalla Regione Piemonte , Venaria Partecipa al Simposio Internazionale di scultura su marmo , Aspat Bodrum , Turchia 2013 Mostra collettiva, Ankara, Turchia Dal 2005 collabora con la realizzazione di alcuni lavori con lo scultore Fabio Viale e successivamente inizia la sua collaborare con Nazzareno Biondo, con il quale realizza alcune opere tra le quali il monumento ai Caduti senza Croce di Cafasse (TO), 2008 e ricordo di una notte d’estate.

 

Sito web & Links: /

x

Ti potrebbe interessare

F. HAYEZ, I profughi di Parga, 1831, olio su tela, 201 x 290 cm, Brescia, Pinacoteca Tosio Martinengo

Vade retro, Romantico

a manzoni copertina

Marco Manzoni primo premio assoluto al Nocivelli 2016. L’intervista