Home / Corso di pittura on line gratis / Dipingere l’occhio, l’iride, la pupilla con effetti realistici – Lezione e video-tutorial
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Dipingere l’occhio, l’iride, la pupilla con effetti realistici – Lezione e video-tutorial


PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, SUBITO QUI A DESTRA. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO , OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995

Affrontiamo ora un intervento non facile a livello di realizzazione dell’occhio, con pittura a olio o tempera, oppure acrilico. Dobbiamo preavvertire l’aspirante ritrattista che un ritratto tradizionale è meglio realizzarlo con colori a olio, che hanno maggiori luminosità e trasparenze e che conferiscono al prodotto finale un risultato di grande resa. Scegliere i prodotti giusti di belle arti è il primo passaggio fondamentale.

L’effetto di trasparenza della parte esteriore del globo oculare, il riflesso della luce, la sospensione cristallina, il colore dell’iride sottostante, l’oscurità delle pupilla sono davvero un rebus per tanti aspiranti pittori. Eppure l’intervento può  essere risolto con una concatenazione minima di operazioni, che qui vi offriamo, per mostrare quanto l’apprendimento di una formula, uscita da una lunga esperienza assestata, possa produrre risultati di elevatissimo rilievo, con uno sforzo minimo. Siamo nel campo delle Accademie d’arte, che, pur limitando i nuovi linguaggi, hanno garantito la trasmissione di tecniche antiche nel campo della realizzazioni e del perfetto uso dei materiali per le belle arti.

Seguiamo allora l”artista che realizza un ritratto a mano libera, secondo la tecnica pittoricista. Egli non ha eseguito alcun rilievo del volto della giovane modella, né un disegno preparatorio sottostante. L’atto pittorico diviene pertanto una forma interpretativa del volto.

iride

Il rischio a cui si espone il pittore con intervento a mano libera, nell’ambito del ritratto, è notevolissimo; anche perchè questo genere, a meno che non si presupponga la possibilità di uno stravolgimento completo dell’immagine, è molto collegato al rapporto tra canone generale del volto umano e specificità dell’individuo. Basta sbagliare di pochi millimetri la distanza tra gli occhi o creare un naso lievemente più lungo o una bocca più ampia perché il soggetto sia qualcosa di diverso da sè. Qualcosa che lo richiama, ma che gli risulta esterno; con un senso fastidiosissimo di straniamento. Quindi: o si lavora su un ritratto fortemente interpretativo o a chi volesse realizzare ritratti iperrealisti, non resta che la forma sicura del rilievo fotografico e del trasferimento delle linee fisiognomica sul foglio o sulla tela, che darà un risultato di assoluta coincidenza tra modello ed effigie. (Per accedere alla spiegazione di questa tecnica di ritratto identico al volto del soggetto, clicca qui in parte il nostro link interno: www.stilearte.it/i-segreti-del-ritratto-2-come-trasferire-perfettamente-le-linee-del-volto-sulla-tela/).

Ma ora torniamo al  problema da risolvere, quello della trasparenza dell’occhio. Lo sguardo, nella sua naturalezza e acutezza, è fondamentale. Assistiamo al video, bloccando le immagini nel momento in cui l’artista realizza l’occhio, inserendo marrone chiaro, a piatto, racchiudendolo in un arco scuro e lasciando il grigio nero dalla parte opposta, che viene sfericamente innalzato con un piccolo tocco di bianco sporco, in grado di di conferire rilievo al globo.



FREE. ECCO IL NOSTRO CORSO GRATUITO DI PITTURA ON LINE.  TUTTI I SEGRETI DEL MESTIERE, LE TECNICHE, LE IDEE PER IMPARARE, PERFEZIONARSI, APPRENDERE DAI GRANDI MAESTRI DELLA STORIA DELL’ARTE. UN VIAGGIO UNICO E SENZA ALCUN COSTO. CLICCA SUL LINK BLU, QUI SOTTO

www.stilearte.it/category/corso-di-pittura-on-line-gratis/

x

Ti potrebbe interessare

velata 2

Sai come e perchè i grandi pittori hanno ingannato lo spettatore?

La craquelure della Gioconda di Leonardo da Vinci

Cosa sono cretto e craquelure nei quadri. Come prevenirli, come li realizzano nei falsi