Home / Arte Eros / Egon Schiele erotico, il tormento del desiderio. Il video
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Egon Schiele erotico, il tormento del desiderio. Il video

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, ALL’INIZIO DELLA PAGINA, POCO SOPRA IL TITOLO DI QUESTO ARTICOLO. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO, OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995>

Se Klimt il sesso è pacata voluttà e scavo nella profondità del piacere e del corpo femminile- come risulta dai suoi disegni e dai suoi dipinti -, per Egon Schiele, suo protetto e amico, è un tormento al quale l’uomo e la donna devono soggiacere. Non c’è felicità, nelle sue figure di nudo e di sesso, ma coazione disposta dalla natura. Il passaggio all’espressionismo rafforza un dolore che è simile al piacere.
Egon-Schiele

L’incontro decisivo per tutto il percorso artistico di Egon Schile avvenne nel 1907 nel Cafè Museum di Vienna: la personalità di Gustav Klimt lo influenza non meno di quanto avesse influenzato quell’arte che rappresentava modernità e progresso (propria delle teorie artistiche della Secessione Viennese di cui Klimt è un esponente). Un ulteriore elemento avvicina i due uomini: l’interesse per la raffigurazione del corpo nudo e della sessualità maschile.
egon

x

Ti potrebbe interessare

piccinini

Nulla è “Ovvio” sotto questo sole. Giovanna Piccinini orienta il nostro guardo verso ciò che non vediamo più

F. HAYEZ, I profughi di Parga, 1831, olio su tela, 201 x 290 cm, Brescia, Pinacoteca Tosio Martinengo

Vade retro, Romantico