Home / Arte Eros / Emilia Castañeda Martínez, sguardi, abbracci e tentazioni
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Emilia Castañeda Martínez, sguardi, abbracci e tentazioni


Emilia Castañeda-Extasis.2008

Emilia Castañeda Martínez è una pittrice figurativa spagnola, eclettica sotto il profilo tecnico, che raggiunge il massimo della sua espressività con i media dell’acquerello e del pastello di matrice degasiana, cioè il pastello tradizionale, quello per qualche aspetto simile al gessetto. Nata  il 7 novembre 1943 a Madrid, si trasferisce a Barcellona con la famiglia, quand’è molto giovane. La sua formazione inizia nel 1956 all’Accademia del pittore Victor Esteban Ripaux e le scuole Llotja Massana nel 1959 e nel 1969. Il tema si concentra sulla figura nuda, tra gli altri soggetti figurativi, con uno stile atmosferico che è stato paragonato a quello dei modernisti come Gustav Klimt, Anglada Camarasa e la scuola simbolista francese. Parte del suo lavoro ha una forte carica erotica, così alcune gallerie d’arte si sono rifiutate, nel passato, di esporre i suoi quadri. Sotto il profilo stilistico, l’artista, con maggior frequenza, fa propri modelli degasiani e recupera la luce del simbolismo che la avvicina alle prime opere di Boccioni. I TEMI EROTICI : l’osservazione dei dipinti Emilia Castañeda Martínez risulta molto interessante per il messaggio che si agita in essi. Nelle sue opere – dove potrebbe essere intuito, a prima vista, un tema di analisi lesbica – l’autrice-protagonista, in realtà, porta lo sguardo altrove, verso una figura che non appare in scena e che non esiste più, nemmeno nella realtà. Uno sguardo fisso e malinconico, nel vuoto, alla ricerca di una persona importante che si è perduta. La compagnia di un’altra donna, un’amica che guarda od è guardata, non lenisce il grande dolore di quel lontano distacco, come neppure l’uomo, molto virile, che appare in alcune scene dei suoi acquerelli Altri amori risultano impossibili. Impossibile ogni incontro. Incontro che si rivela solo doloroso, come la devozione erotica espressa dalla mamy di colore, nelle scene che rinviano allo sviluppo tematico ed iconografico dell’Olympia di Manet.

 

Emilia Castañeda-Mi querida dama

Emilia Castañeda-Piel de jazmin y canela

emi

 

emi 7

 

Emilia Castañeda-Goce en carnaval

 

Emilia Castañeda-12

Emilia Castañeda11

Emilia Castañeda 13

emi2

emi 5

emi 3

emi 1

Em

emi 6

ACCEDI GRATUITAMENTE, CLICCANDO SUL LINK AZZURRO, ALLA NOSTRA RICCHISSIMA RACCOLTA DI STUDI E SAGGI DEDICATA AD ARTE ED EROS

foto 10

 

 

 

 

 

 

www.stilearte.it/category/arte-eros/

x

Ti potrebbe interessare

a donne

E Dio creò le donne di Marc Lagrange. Sacro e tentazioni. Un seno ti sfiora insistentemente il braccio. Il video

a sexy

Il pomeriggio di un fauno: 25 secondi di luminose delizie per gli uomini