Home / Arte Eros / Félicien Rops – Il “fiore del male” è femmina. I disegni erotici dell’amico di Baudelaire
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Félicien Rops – Il “fiore del male” è femmina. I disegni erotici dell’amico di Baudelaire

rops

rops nuovo

Un disegno di Félicien Joseph Victor Rops (1833-1898). L'artista belga mette in relazione il peccato con le tentazioni carnali della donna, che risultano irresistibili, e declina il simbolo dello scimpanzè come avveniva nel passato remoto, quando la scimmia era considerata rappresentazione della parte pulsionale e primitiva dell'uomo

Un disegno di Félicien Joseph Victor Rops (1833-1898). L’artista belga mette in relazione il peccato con le tentazioni carnali della donna, che risultano irresistibili, e declina il simbolo dello scimpanzè come avveniva nel passato remoto, quando la scimmia era considerata rappresentazione della parte pulsionale e primitiva dell’uomo

Félicien Joseph Victor Rops (1833-1898) è stato un pittore, incisore e disegnatore belga, che ha interpretato, talvolta con senso angosciante, talora con dirompente carica eversiva la sessualità come arma dell’ordinaria, quotidiana follia. Divenuto amico di Baudelaire, Rops respirò il mondo di valori ribaltati proposto dal poeta francese; valori di verità contro la superficiale copertura etica del borghese; per questo egli recupera in modo prepotente il supremo fleur du mal, la vagina, misurando le cadute del mondo al cospetto di essa. Egli narra di un mondo in cui i supremi petali del peccato devastano l’ordine sociale, in quella che appare come una lontana prefigurazione della liberazione sessuale, pur all’interno di una visione ottocentesca ancora carica del senso del peccato , dell’antica vanitas barocca e della morte. Egli può essere certamente considerato un precursore del surrealismo, sia sotto il profilo delle tematiche- la vittoria del sogno, dell’incubo, dell’es sul Super-Io – e persino per certe soluzioni tecnico stilistiche, come dimostrano i disegni e di dipinti che vedremo, alcuni dei quali, come Pornografi, prefigurano il genio del connazionale Magritte.

Félicien Rops, Pornokratès,1878, stampa acquerellata

Félicien Rops, Pornokratès,1878, stampa acquerellata

Rops nacque a Namur nel 1833, e frequentò l’Università di Bruxelles. Grandissimo disegnatore, acquistò in breve tempo fama a Parigi come caricaturista. L’incontro con Baudelaire risale al 1864, poco prima della morte dello scrittore francese, e Baudelaire stesso lasciò un’impronta indelebile nell’anima dell’artista, scrivendo tra l’altro a Edouard Manet nel 1865 di come considerasse Rops l’unico vero artista tra tutti i belgi che aveva conosciuto o sentito parlare. Dal canto suo, Rops creò il frontespizio per ‘Les épaves’ (‘I relitti’), una selezione di poesie tratta da ‘Les fleurs du mal’. Nel 1892 la vista di Rops cominciò a diminuire, finché non sopraggiunse la morte all’età di 65 anni, senza aver mai smesso di produrre opere e mantenere contatti col mondo intellettuale dell’epoca.

NEL VIDEO LE OPERE EROTICHE DI FELICIEN ROPS

 

ACCEDI GRATUITAMENTE, CLICCANDO SUL LINK AZZURRO, ALLA NOSTRA RICCHISSIMA RACCOLTA DI STUDI E SAGGI DEDICATA AD ARTE ED EROS

foto 10

 

 

 

 

 

 

www.stilearte.it/category/arte-eros/

x

Ti potrebbe interessare

F. HAYEZ, I profughi di Parga, 1831, olio su tela, 201 x 290 cm, Brescia, Pinacoteca Tosio Martinengo

Vade retro, Romantico

a manzoni copertina

Marco Manzoni primo premio assoluto al Nocivelli 2016. L’intervista