Home / Arte Eros / Francesca Woodman – La poesia del corpo nella fotografa che si è tolta la vita a 23 anni
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Francesca Woodman – La poesia del corpo nella fotografa che si è tolta la vita a 23 anni

Gratis Francesca Woodman, prezzi, costi, valore, aste, stime, valutazioni, risultati d’asta gratis.

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, SUBITO QUI A DESTRA. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO , OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995

 

“Io vorrei che le mie fotografie potessero ricondensare l’esperienza in piccole immagini complete, nelle quali tutto il mistero della paura o comunque ciò che rimane latente agli occhi dell’osservatore uscisse, come se derivasse dalla sua propria esperienza.”

                                                                                                                           Francesca Woodman

 

Una vita spezzata quella della fotografa statunitense Francesca Woodman, spezzata a soli ventitré anni, una vita breve, brevissima nella quale però è riuscita a fermare nei suoi splendidi scatti immagini che le hanno dato l’immortalità. Francesca Woodman nasce a Denver il 3 aprile 1958, il padre George è un pittore astratto, la madre Elisabeth una ceramista, sin dall’infanzia respira i sapori, i colori, le sensazioni e le emozioni dell’arte. Il legame con l’Italia è molto stretto, trascorre infatti a Firenze le sue vacanze estive e a sette anni frequenta tutto l’anno scolastico nella città medicea. A tredici anni le viene regalata la prima macchina fotografica e da lì prende avvio la sua carriera artistica.

Trascorre poi un lungo periodo in Italia e si avvicina all’opera di Max Klinger. Ritorna in America dove frequenta il Rhode Island School of Designer che conclude la sua formazione con la grande passione per Max Ray. Il 19 gennaio del 1981 si suicida buttandosi da un palazzo di New York, nello stesso mese è pubblicata la sua prima raccolta di fotografie dal titolo Some Disordered Interior GeometriesAlcune disordinate geometri interiori.  Le immagini di Francesca Woodman appaiono tragiche icone ed emblematiche denunce di quel male di vivere che ha attraversato tutto il Novecento, la scelta di un mondo altro, diverso dal mondo reale, quindi Surreale apparare l’unica alternativa possibile per uscire dalla prigionia che la vita impone. Figure sole, decontestualizzate, appaiono avvicinate tra loro apparentemente senza un preciso significato, ma è proprio questo corto circuito semantico che conduce all’armonia.

Le fotografie scattate da Francesca Woodman hanno quotazioni molto elevate ( fino a 173mila dollari) per la qualità e la rarità delle stampe originali.

NEL FILMATO UN VIAGGIO TRA LE OPERE DI FRANCESCA WOODMAN

 

GRATIS I RISULTATI D’ASTA, LE QUOTAZIONI, LE STIME DI BASE, I RECORD DELLE OPERE SEMPRE AGGIORNATI DI CON FOTOGRAFIE E SCHEDE.DUE LE FONTI DI RILEVAMENTO. PER AVERE UN QUADRO COMPLETO CLICCATE UN LINK, POI L’ALTRO.


www.sothebys.com/it/search-results.html?keyword=Francesca+Woodman

www.christies.com/LotFinder/searchresults.aspx?action=search&searchtype=p&searchFrom=auctionresults&entry=Francesca%20Woodman

 

Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Il significato dell’ariete nell’arte. Perchè il montone è santo e il caprone demoniaco

Il testamento degli uomini primitivi: i segni “innati” sopravvissuti nella pittura. Eccoli