Home / News / Giorgio de Chirico e l’oggetto misterioso. Prorogata fino al 15 marzo la mostra alla Reggia di Monza
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Giorgio de Chirico e l'oggetto misterioso.
Reggia di Monza, Serrone della Villa Reale
Viale Brianza, 2 - 20090 Monza
27 settembre 2014 - 1 febbraio 2015
Giorgio de Chirico e l'oggetto misterioso. Reggia di Monza, Serrone della Villa Reale Viale Brianza, 2 - 20090 Monza 27 settembre 2014 - 1 febbraio 2015

Giorgio de Chirico e l’oggetto misterioso. Prorogata fino al 15 marzo la mostra alla Reggia di Monza

QUI LA SCHEDA DELLA MOSTRA

Visto il grande successo di pubblico, la mostra “Giorgio de Chirico e l’oggetto misterioso”, ospitata nelle suggestive sale del Serrone della Villa Reale di Monza, è stata prorogata fino al 15 marzo 2015.

Circa 20.000 visitatori, dal 27 settembre 2014 ad oggi, hanno potuto ammirare le opere di Giorgio de Chirico esposte in un allestimento scenografico che reinterpreta le “prospettive impossibili” dell’artista.

de chirico

Ottima affluenza per le visite guidate e le attività didatticheoltre 4.000 presenze tra studenti, adulti e famiglie – che hanno offerto ai visitatori l’opportunità di approfondire la conoscenza di uno degli artisti più importanti del Novecento.

Le porte del Serrone resteranno aperte ancora più di un mese per consentire al pubblico di immergersi nel mondo metafisico del Maestro attraverso un’ottima selezione di lavori proveniente dalla prestigiosa collezione della Fondazione Giorgio e Isa de Chirico.

Per tutta la durata dell’esposizione continueranno gli appuntamenti del venerdì alle ore 20.30 con le visite guidate gratuite e quelli della domenica alle ore 15.00 con i laboratori didattici gratuiti rivolti alle famiglie. Dato il successo di queste iniziative e, considerate le numerose richieste da parte del pubblico, a partire dal 9 febbraio 2015, i visitatori avranno la possibilità di usufruire di due nuovi appuntamenti: ogni lunedì alle ore 18.00 visita guidata gratuita per i singoli e ogni giovedì alle ore 17.00 speciale visita guidata gioco gratuita dedicata ai più piccoli.

Alle visite guidate per gli adulti si accede con il biglietto d’ingresso alla mostra, non è necessaria la prenotazione e saranno ammesse al massimo 30 persone in ordine di arrivo. Tutte le attività per i bambini e le famiglie necessitano invece di una prenotazione all’indirizzo e-mail info@dechiricomonza.com oppure telefonicamente allo 039 2312185 o allo 02 36638600. I laboratori didattici e le visite guidate gioco sono gratuiti, si accede con il biglietto d’ingresso alla mostra (gratuito fino ai 6 anni, 5,00 euro per i bambini dai 6 agli 11 anni e 7,00 euro per gli adulti accompagnatori).

Locandina_deChiricoMonza

I piccoli visitatori della mostra potranno inoltre scoprire le opere del Maestro metafisico attraverso un’App interattiva gratuita, realizzata grazie al contributo del Bice Bugatti Club. Giochi, indovinelli e suoni accompagneranno tutti i bambini dai 5 agli 11 anni lungo le sale del Serrone della Villa Reale di Monza alla ricerca degli oggetti misteriosi raffigurati nelle opere di Giorgio de Chirico. L’utilizzo dell’App è molto semplice e intuitivo. Inquadrando con un dispositivo mobile alcuni dettagli delle opere disposte lungo il percorso espositivo, partirà una vera e propria caccia al tesoro che condurrà i bambini alla scoperta di alcuni “giochi e giocattoli” presenti nei dipinti di Giorgio de Chirico. Al piccolo visitatore saranno fornite tutte le indicazioni utili per proseguire la sua ricerca e una serie di schede di approfondimento permetterà al bambino di comprendere l’artista e le sue opere in maniera attiva. Una volta terminata la caccia in mostra, il bambino potrà continuare il percorso a casa con altre attività creative scaricando un activity book dal sito web della mostra.

x

Ti potrebbe interessare

F. HAYEZ, I profughi di Parga, 1831, olio su tela, 201 x 290 cm, Brescia, Pinacoteca Tosio Martinengo

Vade retro, Romantico

a manzoni copertina

Marco Manzoni primo premio assoluto al Nocivelli 2016. L’intervista