Home / Arte Eros / Grand Hotel Budapest, dipinti degli anni Trenta raccontano cosa avveniva dietro le quinte
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Grand Hotel Budapest, dipinti degli anni Trenta raccontano cosa avveniva dietro le quinte

izvrasaki 2

a href=”http://www.stilearte.it/wp-content/uploads/2015/09/ivrasaki-10.jpg”>ivrasaki 10

 

Il fascino signorile, distaccato della “personalità” dei Grand Hotel, quella distanza che appare assoluta dalle cose ordinarie del mondo, nascondeva, specie negli anni Trenta, l’esplosione, dietro le quinte di passioni assolute. Nel film Grand Hotel Budapest, l’attività consolatoria che il direttore esercitava nei confronti di un esercito di signore e gli strani ritmi di vita d un grande edificio all’apparenza immoto, hanno aperto uno squarcio poetico su questi luoghi. Ma già negli anni Trenta, epoca del massimo fulgore di  queste gigantesche  raffinate, c’era chi coglieva pittoricamente e disegnativamente  tanti vizi privati dietro pubbliche virtù. Sesso tra signore ospiti e fattorini. Sesso tra signori e cameriere. Oppure qualcosa che poteva assomigliare a un gioco di ruolo: quando una Direzione, sempre sensibile e riservatissima, accogliendo le esigenze di clienti particolari, ne assecondava l’incontro riservato, in stanze lontane, gettando nell’arena anche il personale disponibile. Osservando con attenzione le tavole, è possibile comprendere tante piccole o grandi  perversioni che possono essere desunte dai dipinti, senza che noi stiamo qui a declinarle. Questa tavole misteriose, firmate da Ivrasaki, dovevano essere state forse concepite per un libro o un racconto che poi, da quanto risulta, non fu realizzato.

 

 

izvrasaki 3

 

Izvrasaki 1

Izvrasaki 4

izvrasaki 16

izvrasaki 7

izvrasaki 13

izvrasaki 14

izvrasaki 9

Izvrasaki 4

ACCEDI GRATUITAMENTE, CLICCANDO SUL LINK AZZURRO, ALLA NOSTRA RICCHISSIMA RACCOLTA DI STUDI E SAGGI DEDICATA AD ARTE ED EROS

foto 10

 

 

 

 

 

 

www.stilearte.it/category/arte-eros/

x

Ti potrebbe interessare

Scema nilotica, Casa dell'efebo, Pompei. L'artista, duemila anni fa, realizzò questo dipinto parietale che aveva il fine di rendere allegro ed eccitante l'ambiente. Il campo largo, la visione alla distanza, gli ampi spazi aperti e le macchiette si riallacciano alla pittura nilotica. A Paesi favolosi in cui fioriscono abbondanza e varietà di ogni specie. In questo contesto anche la sessualità umana esplode. L'artista dipinge così, al lambire di un porticato, non lontano da un fiume un uomo e una donna sul triclinio, nudi, mentre consumano un rapporto sessuale. La ragazza è probabilmente una danzatrice, come fa pensare la presenza di un'altra donna, in piedi e di una giovane che suona il flauto. Poco distante, ecco un servo che trasporta un contenitore di vino, evidente rievocazione dei poteri di Bacco su Venere

Pigmei e lillipuziani eccitati nella pittura nilotica

a gibbs copertina

Ciao, buona fortuna e buona giornata a tutti