Home / Art food / Gualtiero Marchesi: geometrico tripudio
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

marchesi_foto

Gualtiero Marchesi: geometrico tripudio

di Gualtiero Marchesi

Questa volta, amici lettori, mi sono lasciato sedurre dal Barocco.
Ho preso del baccalà fresco, l’ho sfogliato e l’ho preparato in insalata, aggiungendovi puntarelle, capperi e olive. Ho edificato una “scultura” a più strati, in un turbine di bianchi, e verdi, e bruni. Il candore del piatto si è fuso con quello del pesce. Le sfumature smeraldine delle puntarelle hanno campito pinnacoli saettanti nello spazio. Olive e capperi hanno impreziosito come monili le superfici plurime della composizione.


Seduzione barocca, dicevo. Ma niente a che vedere con deliri da accumulo. Il mio tripudio si acquieta lungo gli assi paralleli di forme comunque ordinate, obbedienti a geometrie precise, fedeli alle armonie oblique dell’amato firmamento suprematista.

marchesi_foto

x

Ti potrebbe interessare

F. HAYEZ, I profughi di Parga, 1831, olio su tela, 201 x 290 cm, Brescia, Pinacoteca Tosio Martinengo

Vade retro, Romantico

a manzoni copertina

Marco Manzoni primo premio assoluto al Nocivelli 2016. L’intervista