Home / Arte Eros / I disegni André Collot, ma che pensieri torbidi quelle ragazzine degli anni Quaranta
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

I disegni André Collot, ma che pensieri torbidi quelle ragazzine degli anni Quaranta

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, SUBITO QUI A DESTRA. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO , OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995

Andre Collot 13

Andre Collot 14

Le cartoline delle brave demoiselles restano tra le sue opere più suggestive. Cartoline, dai colori chiari, con tratti disegnativi finissimi, su fondi cromaticamente molto lievi. Ed ecco quello che stilisticamente era utilizzato, dalla grande editoria, per delineare scenette deliziose di ragazzine con i gatti impegnate nel gioco del tennis o, ancora, in una composta lettura, mostra l’altro, carnale lato della medaglia. Il pensiero maschile, sempre malizioso, ritiene di penetrare nella mente femminile, cogliendo elementi pulsionali in fermento, dietro alla compostezza delle donne. Il meccanismo si ripete all’infinito, nella lettura erotica. Quanto nella vita. Anche Andrè Collot, ottimo disegnatore e artista francese, immaginò tra gli anni Trenta e Quaranta, cosa avvenisse dietro la facciata di cartoline eleganti e delicate, che non avrebbero dovuto suscitare pensieri peccaminosi.

Egli lavora molto su figure adolescenziali o post-adolescenziali candidamente pure, che parrebbero prive di un piano pulsionale, per creare contrasto e opposizione. Gli stessi colori attenuati, mai aggressivi, sono funzionalmente utilizzati per creare le atmosfere delle stanzette delle ragazze o di lindi uffici con giovani segretarie che accettano di essere esplorate da eccitatissimi fattorini da Grand Hotel.

André Collot, nato nel 1897 à Montigny-le-Roi e scomparso nel 1976, è stato uno dei più raffinati disegnatori erotici del Novecento, con una notevole produzione di tavole e di opere, in parte destinata a pubblicazioni editoriali, in parte collocate sul mercato “clandestino” dei collezionisti di erotismo, per i quali Parigi costituisce, da sempre , un punto di riferimento privilegiato. Illustrò i libri erotici ed epose anche in occasioni ufficiali molto importanti come al Salon d’automne et  al Salon des artistes indépendants nel 1942 e nel 1943.

Andre Collot 18

 

Andre Collot 10

 

Andre Collot 12

 

Andre Collot 11Andre Collot 15

ACCEDI GRATUITAMENTE, CLICCANDO SUL LINK AZZURRO, ALLA NOSTRA RICCHISSIMA RACCOLTA DI STUDI E SAGGI DEDICATA AD ARTE ED EROS

foto 10

 

 

 

 

 

 

www.stilearte.it/category/arte-eros/

x

Ti potrebbe interessare

piccinini

Nulla è “Ovvio” sotto questo sole. Giovanna Piccinini orienta il nostro guardo verso ciò che non vediamo più

F. HAYEZ, I profughi di Parga, 1831, olio su tela, 201 x 290 cm, Brescia, Pinacoteca Tosio Martinengo

Vade retro, Romantico