Home / Pittura dell'ottocento / Come si dipingono le bianche cascate spumeggianti
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

ape Cascate 300

Come si dipingono le bianche cascate spumeggianti


di Luca Turelli

Il paesaggio è un genere assai apprezzato dagli artisti Usa, che sembrano gareggiare tra loro nell’offrire le visioni più spettacolari di un territorio vasto e multiforme. C’è però un soggetto che ricorre con una frequenza maggiore rispetto agli altri, presente in numerosi autori, in particolare quelli appartenenti alla Hudson River School: la cascata. Quale fenomeno naturale potrebbe infondere nello spettatore altrettanto rispetto nei confronti della natura? L’uomo è lì, impotente di fronte ad una tale manifestazione di forza ma, allo stesso tempo, profondamente affascinato dalla sua maestosità.

In questi quadri, l’orgoglio per le bellezze della propria nazione si fonde con l’adesione al concetto del sublime. Il termine ha una connotazione propria, che va oltre il mero aspetto visivo per scendere fin nei recessi dell’animo e portare alla luce i sentimenti che una comune veduta non sarebbe in grado di risvegliare. L’estetica del sublime – ciò che “innalza, rapisce, trasporta” – è accolta e sviluppata primariamente dagli artisti inglesi, che la esprimono nel sublime pittoresco, e che sono i principali fautori del suo approdo nel Nuovo Mondo. Il pensatore Edmund Burke la annovera in una categoria che ha profondi rapporti con l’infinito, ciò che è “assolutamente grande”, che va oltre ogni possibile confronto.

In America, l’imponenza del paesaggio si fa tributo all’indomita umanità che quei luoghi vive e affronta quotidianamente con coraggio, nella reiterazione dello spirito dei pionieri, che dal territorio trae la propria energia. In tale contesto, il tema della cascata è – lo si è detto – tra i prediletti dai pittori statunitensi del XIX secolo: a confrontarsi con esso sono stati Church, Inness, Fisher e tanti altri. John Frederick Kensett, per esempio: il quale peraltro, con Le cascate del Niagara, ci offre una lettura del sublime diversa, non trionfalistica ma serena, pacifica, deliberatamente ispirata alle atmosfere di Constable.

Church, Le cascate del Niagara sul versante americano

Church,
Le cascate del Niagara
sul versante americano

COME DIPINGERE FIUMI TUMULTUOSI, CASCATE, CORSI D’ACQUA, VAPORI IRIDESCENTI E CASCATE

 

 

 

 

 

www.stilearte.it/category/corso-di-pittura-on-line-gratis/

x

Ti potrebbe interessare

a dylan

Avete mai visto i quadri dipinti da Bob Dylan? In 3 minuti guardate qui la sua antologia pittorica

stendhal

Sindrome di Stendhal – Perché si soffre della sindrome di Stendhal?