Home / Arte Eros / Ideologia e natura, la Piccola italiana in divisa e nuda. L’opera di Mauri
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Ideologia e natura, la Piccola italiana in divisa e nuda. L’opera di Mauri

a mauri

Ideologia e Natura, 1973, è una performance realizzata alla Galleria Duemila di Bologna.
La performance mette in contrasto la morbidezza vitale della natura e la durezza della divisa imposta di Piccola italiana, legata al Fascismo. Per evidenziare questo contrasto ideologico la ragazza si spoglia e si riveste diverse diverse volte davanti allo spettatore. All’inizio lo spogliarsi e il rivestirsi avviene secondo un ritmo che potremmo definire naturale. Successivamente, al ritmo di un metronomo, l’operazione avviene in modo sempre più automatico, illogico e lontano dall’evidenza del corpo. “A seconda delle invenzioni della performer e della casualità degli accostamenti – scrive Dora Aceto – l’immagine cambia e somiglia al Ku Klux Klan, ad Arlecchino, a un personaggio da circo equestre”.

Fabio Mauri è uno dei maestri dell’avanguardia italiana del secondo dopoguerra. Vive tra Bologna e Milano fino al ‘57, poi si trasferisce a Roma. Nel 1942 fonda con Pier Paolo Pasolini la rivista Il Setaccio.
Ha insegnato per 20 anni Estetica della sperimentazione all’Accademia di Belle Arti dell’Aquila. È stato invitato alla Biennale di Venezia nel 1954, 1974, 1978, 1993, 2003, 2013, 2015 e nel 2012 a dOCUMENTA(13) a Kassel.

x

Ti potrebbe interessare

bodypainting.jpg

Body painting: il video, i tutorial, l’evoluzione

Fortunato Depero, La casa del mago, olio su tela, cm 150 x 260. © Eredi Depero

Depero, il mago che precedette Warhol. Capiscilo subito, poi approfondisci