Home / Arte Eros / Il dramma vero de Il Diavolo in corpo, il figlio della colpa, la profe distrutta per aver sedotto un ragazzino
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Il dramma vero de Il Diavolo in corpo, il figlio della colpa, la profe distrutta per aver sedotto un ragazzino


Nella pagina le immagini realizzate da Paul Bécat per un’edizione del libro “Il Diavolo in corpo” di Raymond Radiguet. La vicenda fu ispirata da un fatto reale vissuto dallo scrittore, all’età di 14 anni, con la professoressa di 24

 

becat diable

 

 

 

 

 

becat diable 1
In questa vicenda ci sono due piani. Il primo è quello della realtà, che lega in un rapporto dolce e furibondo d’amore e di sesso un adolescente di 14-15 anni anni, dall’intelligenza pronta, ma ribelle e dallo scarso rendimento scolastico, alla giovane profesoressa 24enne che gli dà lezioni.Ma lei è fidanzata, poi moglie di un soldato al fronte. Nella verità del suo diario lei, ebbra di sensualità, scrive:”Baciami forte il collo, mordimi, marchiami, lascia il tuo sigillo sul mio corpo”. L’altro piano è quello di un romanzo di grandisssimo successo, Il diavolo in corpo di Raymond Radiguet, figlio di un disegnatore che collaborava con la stampa parigina. Il romanzo non si allontana poi molto dalla vicenda reale – nonostante Radiuet abbia dichiarato il contrario – ben conosciuta a Saint-Maur-des-Fossés, nella valle della Marna, dove il ragazzino e la giovane professoressa, Alice Saunier, abitavano. Avevano perso la testa

 

becat diable 5

 

 

 

becat diable 4

becat diable 6

becat diable 2

. Riempivano i giorni e le notti di gioia, di carne, della lettura di Baudelaire, della cancellazione assoluta della guerra, in una chiusura totale agli altri, che spesso li portava a paseggiare mano nella mano, per il paese, provocando un grande scandalo. Il diavolo in corpo,oltre a suscitare scandalo per il soggetto, provocò molte critiche perchè esso si basava sul tradimento di un povero soldato impegnato sul fronte; e, al tempo stesso, apriva una meditazione sulla libertà del corpo e la prigionia dello stesso, disposta dallo Stato. La pace e l’erotismo, contro la prigionia mortale del soldato, disposta da una realtà istituzionale sorda e lontana. Al successo del romanzo contribuì anche la morte prematura del suo autore, stroncato dal tifo a vent’anni, dopo aver letteralmente sedotto intellettuali e grandi dame, con le quali, nonostante la giovane età era stato a letto.

becat diable

Fu una fiamma di energia vitalistica, una fiamma demoniaca, che si spense con rapidità. Il romanzo uscì postumo e, in pochi mesi vendette 100mila copie. Poi il cinema fece il resto, negli anni successivi al secondo conflitto mondiale. Ma Radiguet avrebbe, di fatto, distrutto una famiglia, con quel tradimento iniziale, con un figlio di cui non si conosceva esattamente la paternità. Emersero anche altri particolari che colpirono l’opinione pubblica. I due facevano l’amore davnti alla fotografia del povero soldato al fronte.

Gérard Philippe, Micheline Presle - Le diable au corps (Claude Autan Lara, 1947). Nel film si scelse un autore più maturo, rispetto aalla realtà, per evidenti motivi di scandalo e di censura

Gérard Philippe, Micheline Presle – Le diable au corps (Claude Autan Lara, 1947). Nel film si scelse un autore più maturo, rispetto aalla realtà, per evidenti motivi di scandalo e di censura

 

becat diable 3

Il figlio della professoressa, negli anni Cinquanta decise di raccontare la propria storia terribile a un giornalista francese. Disse di essere stato certo, da sempre, che il proprio vero padre fosse Radiguet. Raccontò che l’ex soldato, marito dalla madre, l’aveva allontanato da casa, per un certo periodo perchè lui, figlio del peccato, era nato con una grave malformazione al piede che gli provocava gravi disturbi, leniti da calzature ortopediche, appositamente realizzate. Secondo quanto fu riferito, Alice, sul letto di morte, colpita da un cancroalla gola, pregò il marito di crederle. Il ragazzo era figlio suo, non di Radiguet. Ma nessuno volette crederle. Erano gli anni in cui la prova del dna non esisteva. E a quei tempi circolavano ancora elevati diritti d’autore che avrebbero potuto sollevare, in caso positivo, dall’onesta povertà un giovane uomo che aveva avuto la vita distrutta da un romanzo.

x

Ti potrebbe interessare

musei gratis domenica

Musei gratis il 4 dicembre. Qui l’elenco completo Italia. #DomenicalMuseo

a dylan

Avete mai visto i quadri dipinti da Bob Dylan? In 3 minuti guardate qui la sua antologia pittorica