Home / Gli animali nell'arte / Il gatto e Maria spaventati dall’angelo
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Il gatto e Maria spaventati dall’angelo

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, ALL’INIZIO DELLA PAGINA, POCO SOPRA IL TITOLO DI QUESTO ARTICOLO. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO, OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995>

Lorenzo Lotto, nell’Annunciazione gioca magistralmente la propria regia animalista. Al centro del campo visivo, lancia un gatto terrorizzato, conferendo all’irruzione dell’arcangelo la stessa forza deflagrante dell’esplosione di una bombarda.

La discesa del messaggero di Dio è inaspettata ed è fonte di terrore per chi non è predisposto ad aprirsi al cielo. La soluzione adottata dal pittore veneto è il risultato di un geniale lavoro in “cabina di regia”. Non potrà sfuggire un’altra connotazione simbolica. Il gatto è spesso legato al mondo stregonesco e demoniaco. Il significato simbolico della sua presenza e della sua fuga, inducono a pensare all’azione che Maria stessa e il Figlio eserciteranno contro il demonio.


Nel corso di questo breve intervento abbiamo posto in luce soltanto alcuni esempi relativi all’uso emotivo-sensoriale degli animali domestici nei dipinti, individuando comunque la funzione espressiva.

Lorenzo Lotto, Annunciazione

Lorenzo Lotto, Annunciazione


Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Le tele dei maghi e delle streghe, ritratti dal vero

Hokusai, il sogno erotico della moglie del marinaio (1820). Il dialogo proibito. Eccolo