Home / News / Il principe Troubetzkoy: vita, sculture e quotazioni gratis
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Il principe Troubetzkoy: vita, sculture e quotazioni gratis

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, ALL’INIZIO DELLA PAGINA. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO , OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995

trou

Paolo Troubetzkoy nasce a Verbania–Intra, sulle sponde del lago Maggiore, il 15 febbraio 1866. Il padre è un principe di origine russa, la madre è  una pianista di origine statunitense. La sua preparazione artistica è sostanzialmente da autodidatta grazie all’avvio del pittore, amico di famiglia, Daniele Ranzoni, arricchita da modelli di riferimento come  Giuseppe Grandi, di cui fu allievo per un breve periodo, ed Ernesto Bazzaro. Il giovane principe russo respira il clima dell’ambiente della Scapigliatura milanese e la sua arte sarà inevitabilmente impressa da quegli umori, quei sapori e quegli ideali. Trascorrerà la sua vita tra la Russia, dove sarà anche per un periodo insegnante all’Accademia di Mosca, l’America, l’Inghilterra, la Francia, intramezzati da lunghi soggiorni  in Italia.

Troubetzkoy, Abbraccio materno 1898[1]

Le sue creazioni ritraggono il mondo dell’alta società e dell’intellighenzia internazionale, indimenticabili sono gli splendidi busti dedicati al conterraneo Lev Tolstoj, a Gabriele D’Annunzio, ad Arturo Toscanini, a Enrico Caruso, a George Bernad Show così come sono entrate a far parte dell’immaginario collettive le figure di ballerine, di fanciulle, di bambini.



Senza trascurare, naturalmente il suo grande apporto nel monumentalismo di carattere pubblico. La sua tecnica appare molto veloce e sicura, creata da “colpi” di stecca precisi che in pochi tratti definiscono nervosamente le immagini, immagini intrise – nel caso specifico della ritrattistica di piccole dimensioni – di una struggente malinconia e dolcezza infinita che fanno essere Troubetzkoy, considerato dai suoi contemporanei, un’ artista che scolpiva per diletto, considerata la sua posizione sociale ed economica, uno dei più affascinanti ed interessanti scultori del periodo che dagli ultimi decenni dell’Ottocento traghetta l’arte scultorea sino alle soglie della Seconda Guerra Mondiale, dopo la quale tutti gli scenari inevitabilmente subiranno una forte modifica.

Troubetzkoy, Dancer

 

GRATIS QUANTO VALGONO LE SCULTURE DI . GRATIS I RISULTATI D’ASTA, LE QUOTAZIONI, LE STIME DI BASE, I RECORD DELLE OPERE SEMPRE AGGIORNATI DI Paolo Troubetzkoy CON FOTOGRAFIE E SCHEDE.DUE LE FONTI DI RILEVAMENTO. PER AVERE UN QUADRO COMPLETO CLICCATE UN LINK, POI L’ALTRO.


 

www.sothebys.com/it/search-results.html?keyword=Troubetzkoy

www.christies.com/LotFinder/searchresults.aspx?action=paging&searchtype=p&searchFrom=auctionresults&entry=TROUBETZKOY&pg=1



SE HAI GRADITO IL SERVIZIO E STILE ARTE, VAI ALL’INIZIO DI QUESTA PAGINA E CLICCA “MI PIACE”

 

 

x

Ti potrebbe interessare

F. HAYEZ, I profughi di Parga, 1831, olio su tela, 201 x 290 cm, Brescia, Pinacoteca Tosio Martinengo

Vade retro, Romantico

a manzoni copertina

Marco Manzoni primo premio assoluto al Nocivelli 2016. L’intervista