Home / News / Il ruggito del Drago: acquerelli e lettere cinesi a 31milioni di dollari
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Il ruggito del Drago: acquerelli e lettere cinesi a 31milioni di dollari

Chi avesse un autentico calligramma cinese, un paesaggio o un acquerello – che molto spesso sono stati esteticamente sottovalutati dal nostro sguardo occidentale – questo è il momento migliore per immetterli sul mercato. Forse la diffusione di stampe di basso livello non ci ha fatto amare questi oggetti così ricchi di storia e di tecnica, facendoci, semmai, preferire suppellettili o mobili antichi di provenienza cinese. Ma ora si gioca grandemente, sotto il profilo economico, con i fogli e le leggiadre strisce scritte. Il fenomeno – come testimonia il filmato di Sotheby’s, girato per il lancio dell’ultima asta, sottotitolato in cinese – è collegato certamente al recupero, in corso nella ricca Cina, del proprio passato, anche novecentesco. New York accumula cineserie e la grande Cina risponde vigorosamente, recuperando ciò che disperso in due secoli. I 265 lotti all’incanto nel corso dell’asta tenutasi a New York il 19 settembre hanno fatto faville, molto spesso con una moltiplicazione incredibile delle stime di partenza. E ciò che stupisce è il fatto che le rivalutazioni non hanno riguardato soltanto fogli settecenteschi od ottocenteschi, ma anche opere del secolo scorso, in una corsa evidentemente legata alla grande lliquidità degli acquirenti cinesi e al desiderio di recuperare un’identità storico-asrtica e culturale. Un esempio: Insects of autumn di Qi Baishi (1864-1957), un acquerello stimato tra una cifra compresa tra i 30mila e i 50mila dollari, è stato aggiudicato a 230mila dollari. E casi di questo tipo sono stati numerosi. Così è stato facile totalizzare, nella vendita di tutti i lotti 31 milioni e 319mila dollari, pari a 23milioni 185mila euro. A chi dovesse possedere questi fogli, ricordiamo che è possibile rivolgersi ai servizi di valutazione gratuita delle grandi case d’asta

Insects of autumn di Qi Baishi (1864-1957), un acquerello stimato tra una cifra compresa tra i 30mila e i 50mila dollari, è stato aggiudicato a 230mila dollari.

Insects of autumn di Qi Baishi (1864-1957), un acquerello stimato tra una cifra compresa tra i 30mila e i 50mila dollari, è stato aggiudicato a 230mila dollari.

, che hanno sede italiana, i quali sapranno valutare valore base, appetibilità di mercato e collocarli, eventualmente, all’asta.

 

 

IL FILMATO DELLE STRISCE DI SCRITTURA CALLIGRAFICA CINESE ALL’ASTA A NEW YORK
http://www.sothebys.com/it/news-video/videos/2013/09/the-art-of-chinese-calligraphy.html

 

x

Ti potrebbe interessare

Scema nilotica, Casa dell'efebo, Pompei. L'artista, duemila anni fa, realizzò questo dipinto parietale che aveva il fine di rendere allegro ed eccitante l'ambiente. Il campo largo, la visione alla distanza, gli ampi spazi aperti e le macchiette si riallacciano alla pittura nilotica. A Paesi favolosi in cui fioriscono abbondanza e varietà di ogni specie. In questo contesto anche la sessualità umana esplode. L'artista dipinge così, al lambire di un porticato, non lontano da un fiume un uomo e una donna sul triclinio, nudi, mentre consumano un rapporto sessuale. La ragazza è probabilmente una danzatrice, come fa pensare la presenza di un'altra donna, in piedi e di una giovane che suona il flauto. Poco distante, ecco un servo che trasporta un contenitore di vino, evidente rievocazione dei poteri di Bacco su Venere

Pigmei e lillipuziani eccitati nella pittura nilotica

a gibbs copertina

Ciao, buona fortuna e buona giornata a tutti