Home / archeologia / Il trionfo del pene eretto e della performance sessuale sulla roccia calcarea dell’Egeo
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Il trionfo del pene eretto e della performance sessuale sulla roccia calcarea dell’Egeo

a pene copertina

VUOI FAR VALUTARE GRATUITAMENTE, AI CORRENTI PREZZI DI MERCATO,
DA UN POOL DI ESPERTI, QUADRI, STAMPE, OGGETTI D’ANTIQUARIATO, DI MODERNARIATO, TAPPETI, MONETE ECC? TUTTE LE CATEGORIE SOTTOPOSTE A VALUTAZIONE GRATUITA SONO NELLA FOTO QUI SOTTO. NON E’ NECESSARIO AVERE CAPOLAVORI. OD OPERE SUPER-FIRMATE

a cata 1

ACCEDI, SENZA IMPEGNO ALCUNO, AL SERVIZIO GRATUITO DI VALUTAZIONE OFFERTO DA CATAWIKI, NOSTRO PARTNER TECNICO, CLICCANDO SUL LINK QUI DI SEGUITO, QUELLO COLOR ARANCIONE. ACCEDERAI ALLA PAGINA DEDICATA.
TI DIRANNO IL VALORE DELL’OPERA E DEGLI OGGETTI E, SE POI, VORRAI VENDERE, POTRAI FARLO ANCHE ATTRAVERSO LO STESSO SERVIZIO OFFERTO DALLA CASA D’ASTE EUROPEA, FONDATA IN OLANDA, CHE HA MILIONI DI CLIENTI IN TUTTO IL MONDO. OPPURE COMPIERE LA TUA SCELTA LIBERA. NON CI SONO VINCOLI. E TUTTO AVVERRA’ NELLA COMPLETA TUTELA DELLA TUA PRIVACY. IL LINK SERVIZIO GRATUITO VALUTAZIONE. ECCOLO:  www.catawiki.it/stilearte-valutazioni

a pene copertina

Sarebbe, secondo alcuni archeologici, la più antica iscrizione sessuale evidentemente personale – compiuta cioè non a fini rituali collettivi, ma legata a una storia erotica tra due persone – del mondo. Comunque sia la figurazione mostra un certo interesse e una sue rude, essenziale eleganza e merita, qualunque ne sia la datazione e l’origine, di essere considerata come una manifestazione di espressione artistica se non primitiva, almeno primitivista.
La roccia dei falli venne individuata e studiata dall’archeologo Andreas Vlachopoulos su una roccia calcarea – pertanto piuttosto malleabile – a Astypalea – in italiano conosciuta come Stampalia – una tranquilla isola del Mar Egeo 1.300 abitanti del mare e la scoperta venne comunicata nel 2014 e ripresa da The Guardian.
a pene copertina
Datata – presumibilmente – alla metà del VI secolo aC, si compone di due grandi peni incisi su una roccia, alla base della quale appare l’iscrizione in greco antico “Nikasitimos è stato qui in sella a Timiona”, frase che può essere resa in una traduzione semantica come “Nikasitimos qui ha montato Timiona”. Restano alcuni dubbi per la presenza di coppelle che potrebbero descrivere l’ano quanto l’organo sessuale femminile, mentre uno dei due peni somiglia a una lingua. Ma l’iscrizione avvenne contestualmente alle incisioni o dopo? C’è la possibilità che sia un apocrifo? Tanti interrogativi. Come quello relativo ai soggetti descritti da colui che scrisse i nomi sulla parte laterale della roccia stessa. Nikasitimos e Timiona sarebbero infatti nomi maschili.

Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

marianna copertina

Après Le Bain di Mariana Tengner Barros. La vanitas è come schiuma da barba sul seno. Il video

a azorn

Anders Zorn – Il paesaggio di seta del corpo femminile. La storia, tutti i nudi di velluto